sabato,Luglio 24 2021

Immigrazione, mercoledì la presentazione a Vibo del Rapporto “Generazioni a confronto”

Stilato dalla Caritas e dalla Fondazione Migrantes, il documento descrive il fenomeno dell’immigrazione in Italia, riferito all’anno 2016

Immigrazione, mercoledì la presentazione a Vibo del Rapporto “Generazioni a confronto”

Sarà presentato mercoledì prossimo alle 17 nella chiesa “San Michele” di Vibo Valentia, il XXVI Rapporto sull’immigrazione “Generazioni a confronto”, stilato da Caritas e Migrantes per l’anno 2016. L’incontro, organizzato dall’Ufficio migrazioni della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, dopo l’introduzione del direttore don Bruno Cannatelli prevede alcune testimonianze di cittadini stranieri residenti in Italia e la relazione della curatrice dell’annuale Rapporto, per quanto riguarda la la regione Calabria, Maria Scaramuzzino.

A trarre le considerazioni finali sarà il vescovo della diocesi Mileto-Nicotera-Tropea monsignor Luigi Renzo. Il documento, così come raccontano il presidente della Fondazione Migrantes monsignor Gian Carlo Perego e il presidente della Caritas italiana monsignor Francesco Soddu, “è uno strumento culturale dedicato da oltre un quarto di secolo al fenomeno della immigrazione in Italia”. L’intento è quello di “concentrare l’attenzione sui giovani di origine non italiana raccontandoli, proprio come chiede Papa Francesco, in ciascuna delle realtà e condizioni da loro vissute”. Un cammino quasi naturale rispetto allo scorso anno “dove, trattando il tema della cultura dell’incontro, è stato normale trovare, in tutti i contesti in cui l’incontro avviene, proprio un giovane di nazionalità non italiana con cui dialogare. L’Italia di oggi e di domani o riuscirà ad essere diversa, capace cioè di nuovi incontri e relazioni – aggiungono – o rischierà di non avere futuro. L’incontro è la parola chiave che deve guidare le nostre comunità. Il modello è quello della “convivialità delle differenze” in cui soprattutto le nuove generazioni sono chiamate ad avere il ruolo di protagoniste”.

top