Giacchino Criaco nuovo ospite di “Incontri con i libri e gli autori”

Il decimo appuntamento della rassegna promossa dal Sistema bibliotecario vibonese sarà incentrato sull’opera “L’ultimo drago d’Aspromonte”
Il decimo appuntamento della rassegna promossa dal Sistema bibliotecario vibonese sarà incentrato sull’opera “L’ultimo drago d’Aspromonte”
Informazione pubblicitaria

Ospiti illustri, opere di qualità, conversazioni ricche di contenuti e spunti: questi gli ingredienti che contribuiscono, settimana dopo settimana, incontro dopo incontro, a rendere la rassegna “Incontri con i libri e gli autori” – promossa dal Sbv – sempre nuova, molto attesa e seguita da target diversi. Dopo Domenico Dara, che grandissimo successo ha riscosso la scorsa settimana, tenendo incollati allo schermo più di un centinaio di persone, giovedì 18 febbraio sarà la volta di un altro calabrese illustre, Gioacchino Criaco, che converserà con Lionella Maria Morano e Gilberto Floriani del suo ultimo lavoro, “L’ultimo drago d’Aspromonte” (Rizzoli, 2020).

Appuntamento dunque alle 19 di domani, giovedì 18 febbraio, sulla pagina Facebook del Sistema Bibliotecario Vibonese e su YouTube al Canale Eventi Sbv.

“L’ultimo drago d’Aspromonte” – Abstract:

Un uomo vive confinato in una comunità di recupero nel cuore dell’Aspromonte. Affascinato dalla natura che lo circonda, comincia a vagare tra i boschi. Scopre piccoli segnali di vita: le tracce degli animali, l’intrico delle piante, ma anche gli incontri notturni degli abitanti del villaggio vicino. In questa atmosfera sospesa, l’uomo comincia a sentirsi accerchiato da forze a cui non riesce a dare un nome. Forze che esplodono quando, in casa di un pastore, trova dei vecchi giornali che parlano di un incidente che ha segnato la sua famiglia e che legano suo padre e sua madre a dei malavitosi locali. Che cosa nasconde il passato dei suoi genitori: terrorismo? ‘Ndrangheta? Nella mente dell’uomo tutto comincia a prendere fuoco, come nel petto del drago di roccia che regna da sempre sull’Aspromonte. La magia di questa bestia divina condurrà l’uomo lungo il sentiero di un’inattesa rinascita.