Il Pecorino di Monte Poro a “Striscia la notizia”, vetrina nazionale per il prodotto Dop – Video

Dopo i salumi di Mileto e i mostaccioli di Soriano, la rubrica “Paesi, paesaggi…” dedica al prodotto Dop un approfondimento che ne esalta caratteristiche e potenzialità

Dopo i salumi di Mileto e i mostaccioli di Soriano, la rubrica “Paesi, paesaggi…” dedica al prodotto Dop un approfondimento che ne esalta caratteristiche e potenzialità

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Striscia la notizia”, oltre ad essere il popolare programma satirico della rete ammiraglia di casa Mediaset, è, com’è noto, un contenitore di inchieste su disservizi e storture dell’italico Stivale. E in questa veste non sono mancati gli inviati che, nel tempo, hanno percorso in lungo e in largo la provincia di Vibo Valentia per documentarne le magagne che qui, come e più di altrove, abbondano. Ma da qualche tempo il programma di Antonio Ricci ha scoperto anche un’altra faccia del territorio, certamente più edificante e positiva, offrendo una vetrina fatta di milioni di telespettatori alle peculiarità di un territorio che porta in dote numerosi e positivi spunti. Sul piano turistico ed enogastronomico soprattutto. Lo ha fatto già tre volte nelle ultime settimane grazie alla rubrica “Paesi, paesaggi…”, a cura di Davide Rampello, che nel volgere di un breve lasso di tempo è stato in visita dapprima a Mileto, quindi a Soriano e infine sul Monte Poro, documentando in ogni occasione le bellezze e le attrattive dei luoghi, con particolare riguardo ai prodotti tipici. Così, se nella Capitale normanna l’attenzione si è concentrata sui salumi e nel caratteristico borgo sui tipici mostaccioli, protagonista assoluto dell’ultima tappa è stato il Pecorino del Monte Poro, prodotto Dop che si avvia al riconoscimento del marchio Igp e che da tempo ha varcato i confini regionali. In questa occasione, a fare da gustosa cornice alle bellezze paesaggistiche del vasto altopiano, è stato proprio il rinomato prodotto trattato con olio d’oliva e peperoncino e, in particolare, la produzione di un giovane imprenditore caseario che ha deciso di investire in questo settore in espansione energie e risorse, azzerando la filiera. Gabriele Crudo, infatti, alleva le pecore che si cibano delle erbe spontanee del Poro e dalle quali ottiene poi il latte, unico per caratteristiche, alla base del prodotto. GUARDA IL SERVIZIO SUL SITO DI STRISCIA LA NOTIZIA    

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE“Paesi e Paesaggi”, la rubrica di Striscia la Notizia di scena a Mileto

Vibo, i canoni d’affitto di Questura e Prefettura nel mirino di “Striscia la notizia”