Il Pecorino del Monte Poro verso il marchio Dop-Igp

Camera di commercio e produttori al lavoro per la costituzione di un’associazione e di un apposito disciplinare. Dopo il riconoscimento di Slow Food un altro importante passo per uno dei prodotti di eccellenza del Vibonese.

Camera di commercio e produttori al lavoro per la costituzione di un’associazione e di un apposito disciplinare. Dopo il riconoscimento di Slow Food un altro importante passo per uno dei prodotti di eccellenza del Vibonese.

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Arriva ad una fase decisiva la procedura avviata dalla Camera di commercio di Vibo Valentia per il riconoscimento della Dop/Igp al Pecorino del Monte Poro, uno dei prodotti tipici e di eccellenza del territorio vibonese.

Informazione pubblicitaria

Giovedì 3 marzo, alle ore 15, nella sala Consiglio dell’Ente camerale, è indetta una riunione con i produttori e/o trasformatori del rinomato prodotto caseario, propedeutica alla costituzione di quell’associazione che sarà unico soggetto legittimato a presentare, appunto, la domanda di riconoscimento.

Pecorino del Poro, nasce la “Comunità del cibo” Slow Food

Già nei mesi scorsi la Camera di commercio, in collaborazione con Dintec-Consorzio di sistema per l’innovazione tecnologica, aveva predisposto bozza di disciplinare di produzione e relazione tecnica, sentendo e coinvolgendo le associazioni di categoria della provincia. Ora, si procede con un ulteriore momento di confronto per perfezionare l’iter della pratica con nuovi e necessari passaggi.

Nel corso della riunione programmata, infatti, verranno presentati – per la valutazione, integrazione e, dunque, condivisione – lo statuto della costituenda associazione e il documento unico, che completeranno la documentazione da inoltrare al ministero delle Politiche agricole per il prosieguo della procedura.

La Dop/Igp al Pecorino del Monte Poro è un riconoscimento importante per la tutela e valorizzazione di un prodotto che rappresenta non solo una risorsa di pregio del nostro territorio ma anche una parte rilevante della nostra cultura, del nostro saper fare, dei valori legati alla sua terra e alle aziende che in essa vi operano.