lunedì,Maggio 20 2024

Pnrr: Pizzo e Ionadi sottoscrivono un protocollo contro frodi e abusi – Video

L’accordo firmato questa mattina dal comandante provinciale della Guardia di Finanza Massimo Ghibaudo e dai sindaci Sergio Pititto e Fabio Signoretta

Pnrr: Pizzo e Ionadi sottoscrivono un protocollo contro frodi e abusi – Video
La firma del protocollo tra il sindaco di Pizzo e il comandante della Guardia di Finanza di Vibo

Dopo Vibo Valentia anche Pizzo e Ionadi siglano un protocollo di intesa con la Guardia di Finanza per la repressione di eventuali frodi e abusi di natura economico-finanziaria. Alle 10 a Palazzo San Giorgio la sottoscrizione del patto di collaborazione tra il sindaco Sergio Pititto e il comando provinciale della Guardia di Finanza, il colonnello Massimo Ghibaudo che a mezzogiorno ha raggiunto il comune di Ionadi per la sottoscrizione del medesimo protocolli. [Continua in basso]

Gli accordi siglati dai sindaci di Pizzo e Ionadi mirano a migliorare l’efficacia delle misure volte a prevenire, ricercare e contrastare le violazioni in danno degli interessi economico-finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli enti locali, connesse alle misure di sostegno e finanziamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). In particolare per quanto riguarda la prevenzione e l’individuazione delle frodi, dei casi di corruzione, dei conflitti d’interesse e della duplicazione dei finanziamenti.
I documenti sottoscritti prevedono che vengano comunicate alla Guardia di Finanza informazioni e notizie circostanziate, ritenute rilevanti per la repressione di irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria. I protocolli d’intesa resteranno in vigore fino al completamento del Pnrr e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2026, e mirano a garantire il corretto impiego dei fondi pubblici che aiutano la crescita produttiva e
occupazionale e contribuiscono, nell’attuale congiuntura, ad arginare l’impatto negativo della crisi economica e sociale conseguente all’emergenza pandemica e a sostenere il rilancio del Paese. «Si tratta di un ulteriore presidio di legalità – ha affermato Sergio Pititto – che andrà a vigilare sulle risorse già arrivate e in arrivo da parte del Pnrr. A Pizzo in particolare sono stati finanziati 9 progetti per un importo complessivo di quasi 3 milioni di euro. Cinque interventi – ha spiegato il sindaco – riguardano la messa in sicurezza dl territorio per un importo di 2 milioni e mezzo di euro. Tre progetti per l’efficientemento energetico per un importo di 70mila euro ciascuno e infine, un progetto sulla digitalizzazione pari a 330mila euro. Questi – ha sottolineato il primo cittadino – sono i progetti già avviati. Altri – ha concluso – saranno finanziati».

Articoli correlati

top