mercoledì,Maggio 29 2024

I prodotti e l’artigianato calabrese protagonisti dei mercatini di Capo Vaticano

Il progetto viene proposto per tutta l’estate. L’imprenditore La Sorba: «Non solo mare, la nostra terra può offrire eccellenze uniche»

I prodotti e l’artigianato calabrese protagonisti dei mercatini di Capo Vaticano
Capo Vaticano

«L’obiettivo è quello di fornire servizi complementari alle strutture ricettive esistenti nell’area di Capo Vaticano. Vogliamo far comprendere che, oltre al mare, la nostra terra è ricca di eccellenze artigianali ed enogastronomiche». Partiranno questa sera, dalle ore 20.00 fino alle 24.00, i mercatini lungo viale Giuseppe Berto con una mostra dedicata all’artigianato e ai prodotti tipici promossi dall’associazione Pro Capo Vaticano con il patrocinio del Comune di Ricadi, della Regione Calabria, della Camera di commercio e della Provincia di Vibo Valentia.

I mercatini a Capo Vaticano

A spiegare nel dettaglio l’iniziativa, che animerà le serate estive fino a fine settembre, l’imprenditore Nicola La Sorba: «Capo Vaticano – sottolinea – offre tantissimo per quanto concerne il mare. Eppure, come servizi dedicati ai turisti, attività di svago, non ci sono molte iniziative. Per questo motivo, durante gli anni passati, abbiamo pensato di realizzare un “contenitore” che raccontasse quanto di bello e buono la nostra terra riesce ad offrire. Un progetto ampio – aggiunge – che coinvolge numerose attività calabresi e anche provenienti dalle regioni limitrofe. Passo dopo passo, i mercatini hanno cominciato a raccogliere l’interesse e la curiosità non solo dei villeggianti ma anche dei cittadini locali».

Circa venti, le aziende espositrici: «Abbiamo – spiega La Sorba – le tipicità di Soriano (mostaccioli e cioccolata) e le specialità siciliane grazie alla presenza di una azienda di Catania. E poi i vasi e i prodotti dell’artigianato provenienti da Gerocarne, profumi e bevande a base di bergamotto proposti da un’azienda del Reggino, il sapone artigianale di Casignana». Immancabili, le eccellenze simbolo del comprensorio vibonese come il pecorino del Poro, la ‘nduja di Spilinga, la cipolla rossa di Tropea igp: «I riscontri in termini di presenze non sono mancati. E noi – aggiunge l’imprenditore – stiamo lavorando senza sosta per migliorare ulteriormente i servizi proposti». A fare da cornice, la musica folk live proposta da un locale gruppo di artisti: «Allieteranno le serate con i loro brani che verranno eseguiti passeggiando per tutta l’area interessata dai mercatini».

LEGGI ANCHE: Lo chef Giuseppe Romano è il nuovo delegato regionale di Euro – Toques per la Calabria – Video

South Innovation, al via il grande evento per il rilancio del Mezzogiorno

Fiera di Ferragosto a Serra San Bruno, il Comune dirama avviso rivolto ai commercianti

Articoli correlati

top