giovedì,Maggio 30 2024

Turismo a Briatico, l’associazione commercianti: «Ad agosto bilancio positivo, si investa sul paese»

Il sodalizio guidato dal presidente Riga auspica la nascita di nuove attività economiche: «Più servizi offriamo, più turisti saremo in grado di accogliere». E sul caso Murria e il divieto balneabilità per inquinamento: «Non ce lo possiamo permettere, confidiamo nel lavoro dell’amministrazione»

Turismo a Briatico, l’associazione commercianti: «Ad agosto bilancio positivo, si investa sul paese»

«La stagione turistica è iniziata un po’ tardi quest’anno. Una decina di giorni a luglio e poi ad agosto è stato fatto un buon lavoro. Gli operatori del settore hanno registrato un aumento di presenze e anche la soddisfazione di tanti clienti. Il paese piace». È un bilancio positivo quello dell’Associazione commercianti e liberi professionisti di Briatico. Il referente Raffaele Riga, infatti, a seguito di una recente riunione, ha analizzato l’andamento del periodo estivo: «Le strutture ricettive così come le attività di ristorazione, in linea generale, hanno ottenuto buoni riscontri. Bisogna lavorare per migliorare i servizi ma indubbiamente c’è stato un cambio di passo significativo rispetto al passato. Anche per quanto concerne gli operatori, si punta sulla professionalità e qualità. Non più gente improvvisata ma operatori che svolgono questo mestiere da anni, in grado di accogliere adeguatamente i clienti e gestire eventuali situazioni critiche». L’associazione commercianti auspica una rinascita del centro costiero anche dal punto di vista delle piccole attività economiche: «Ci piacerebbe che si investa di più su Briatico, che il paese accolga nuovi bar, ristoranti, negozi. Più servizi offriamo, meglio è». Ci sono però, interventi non più rimandabili, «come per esempio lo stato delle strade ma – precisa Riga – la questione non riguarda solamente il territorio di Briatico ma tutto il comprensorio calabrese». Altro punto da migliorare, la comunicazione, per intercettare nuovi turisti.

Foto della foce del Murria a Briatico (immagine dalla pagina Fb di PerBriatico)

A pesare sull’andamento della stagione, l’inquinamento e la non balneabilità del tratto di mare antistante la foce del torrente Murria. Sul caso, il sindaco Lidio Vallone ha presentato una denuncia penale: «Una vicenda che ha creato non poche difficoltà. Abbiamo cercato di far superare i disagi sia agli ospiti che agli stessi cittadini di Briatico che frequentano assiduamente le nostre spiagge. Confidiamo nel lavoro della compagine amministrativa affinchè durante i mesi invernali vengano attuate tutte le precauzioni in modo da evitare il ripetersi della problematica Murria. Non ce lo possiamo permettere». Bilancio positivo invece in merito alla raccolta differenziata: «Nessun disagio, i ragazzi addetti al servizio hanno lavorato sodo. Per lungo tempo, negli anni passati, quello dei rifiuti è stato un argomento a stampo emergenziale». Il sodalizio ha infine assicurato massima collaborazione per valorizzare la cittadina del mare: «Siamo disponibili a supportare l’amministrazione comunale. Continueremo a promuovere progetti come “Adotta un’aiuola” al fine di migliorare l’immagine di Briatico e assicurare decoro e pulizia di vie e piazze. L’idea è quella di coinvolgere nell’iniziativa anche i privati cittadini e non solo le attività commerciali».

LEGGI ANCHE: Turismo e tradizioni, l’impegno dell’Associazione commercianti per promuovere Briatico

Profondo blu, viaggio alla scoperta delle bellezze custodite sui fondali vibonesi -Video

Reflui fognari da Zungri nel fiume Murria, il sindaco di Briatico presenta una denuncia

top