sabato,Maggio 18 2024

Giovani guide turistiche dell’Einaudi al Museo della Certosa di Serra San Bruno

Si chiama Grand Tour il progetto che vede impegnati gli alunni delle classi quarta e quinta del Liceo Linguistico impegnati in un percorso lavorativo

Giovani guide turistiche dell’Einaudi al Museo della Certosa di Serra San Bruno

Ha preso avvio nei giorni scorsi il progetto dal titolo Grand Tour che vede impegnati gli alunni delle quarta e quinta del Liceo Linguistico dell’Istituto Luigi Einaudi di Serra San Bruno nell’attività di guide turistiche presso il Museo della Certosa. Dopo la firma del protocollo di intesa tra il Padre Priore Don Ignazio Iannizzotto e il Dirigente scolastico Tonino Ceravolo in rappresentanza rispettivamente del complesso museale certosino e del locale Istituto Superiore, si è concretizzato un progetto che è frutto del lavoro sinergico tra due istituzioni che da sempre rappresentano un sicuro baluardo culturale.
«I numeri del progetto parlano chiaro – è scritto in un comunicato stampa -, 96 ore di formazione storica e artistica in classe e simulazioni presso i siti d’arte di Serra nella lingua italiana e nelle lingue straniere inglese, francese e spagnolo, cinque docenti coinvolti – i proff. Ariganello, Di Costa, Giuliano, Luciani, Versace -, 27 alunni che da oggi possono fregiarsi di una qualifica che col tempo potrebbe trasformarsi in una vera opportunità professionale. Con il favore di una primavera già abbastanza calda che incentiva flussi di scolaresche e visitatori italiani e stranieri verso il paese della Certosa, le giovani guide dell’Einaudi hanno già superato brillantemente il battesimo del fuoco guidando nel primo giorno di attività una scolaresca di cento bambini di Scuola Primaria di un Istituto Comprensivo di Catanzaro, altri piccoli gruppi di visitatori ed il food blogger Wlady Nigro di Calabria Food che proprio a Serra ha girato una puntata del suo format. Sembra, dunque, che i presupposti ci siano tutti per consolidare un’esperienza che per gli alunni dell’Einaudi si svolgerà tutti i giorni, da lunedì a venerdì, fino alla chiusura dell’anno scolastico, e sicuramente oltre, in considerazione della riconosciuta utilità di un’azione che per Serra rappresenta un importante biglietto da visita. A questo proposito, anche il sindaco Alfredo Barillari nel corso di un precedente incontro con gli alunni del Linguistico aveva espresso la sua più viva soddisfazione dando atto alla scuola ed agli alunni di aver intrapreso un percorso utile non solo per la loro crescita culturale ma necessario per qualificare l’immagine di questo borgo montano la cui bellezza va maggiormente esaltata e valorizzata grazie al contributo dei giovani nell’ottica del rafforzamento dell’identità culturale serrese che affonda le sue radici in mille anni di storia».

LEGGI ANCHE: Turismo e comunicazione digitale, tutto pronto per l’evento in programma a Serra

“Terra mia”: la Certosa e i carbonai di Serra San Bruno nella nuova puntata del format LaC Tv -Video

Articoli correlati

top