martedì,Giugno 25 2024

I vini delle Cantine Artese trionfano in Germania: due medaglie d’oro al Women’s International Trophy

Due etichette dell’azienda vibonese guidata dalla giovane vignaiola Giovanna Artese sono state premiate a Magonza, nel concorso internazionale la cui giuria è composta da sole donne

I vini delle Cantine Artese trionfano in Germania: due medaglie d’oro al Women’s International Trophy
I vigneti dell’azienda Artese
Giovanna Artese

«Un premio che ci riempie di orgoglio». Giovanna Artese commenta così la doppia medaglia d’oro ottenuta dai vini delle Cantine Artese, giovane azienda vitivinicola di Portosalvo di cui è titolare, al Women’s International Trophy. Una storia di successo a tinte rosa in un concorso in cui a valutare – e a premiare i vini migliori – è una giuria composta esclusivamente da donne.
Il Womens International Trophy, che si svolge ogni anno a Magonza, in Germania, è infatti un evento unico nel suo genere in cui vini, birre, liquori e distillati provenienti da tutto il mondo, vengono valutati da un panel e da una giuria internazionale composti esclusivamente da donne. Tutte le degustatrici sono esperte del settore (sommelier, enologhe, ecc.) e, quest’anno, si sono confrontate su oltre mille campioni, assegnando, infine, 271 riconoscimenti.

Tra questi, ad aggiudicarsi la medaglia d’oro, ci sono due vini delle Cantine Artese: l’Aramoni Zibibbo e il rosso Limàni Calabria Igt, etichette di punta della dinamica azienda che coltiva le sue uve sulle colline di Zambrone, nei vigneti esposti al sole e alle brezze del mar Tirreno. Caratteristiche che si ritrovano nei calici che hanno convinto le giurate del concorso internazionale tedesco, riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura e certificato ISO 9001, criterio che garantisce credibilità e rigorosi standard sul corretto svolgimento delle degustazioni.

Magonza, situata nel cuore della più grande regione vinicola tedesca (i vigneti dell’Assia Renana), è da tempo entrata a far parte della rete internazionale “Great Wine Capitals”, e rappresenta la destinazione di punta in Germania nel panorama delle grandi mete del turismo enologico mondiale.

Entusiasta il commento di Giovanna Artese: «Si tratta di un premio che ci riempie d’orgoglio, specie perché i nostri vini sono stati premiati da una giuria interamente al femminile. Donne sommelier, enologhe e professioniste del settore che in questo concorso internazionale hanno riconosciuto la qualità e la passione che mettiamo nel nostro lavoro, conferendogli il più alto riconoscimento: la medaglia d’oro. Non possiamo che ringraziarle ed essere immensamente soddisfatti di questo risultato».

top