lunedì,Agosto 8 2022

Il lavoro tra diritti e tutele, a Mongiana la Flai-Cgil fa il punto

All’iniziativa prenderà parte la segretaria generale nazionale del sindacato di categoria Ivana Galli. Al centro del dibattito il decreto sull’abrogazione dei voucher e sulla responsabilità solidale negli appalti

Il lavoro tra diritti e tutele, a Mongiana la Flai-Cgil fa il punto

“Dal Decreto alla Legge. La nostra sfida per i diritti continua per conquistare la Carta dei diritti universali del lavoro. Contrattazione, diritti e tutele”. È questo il titolo dell’importante appuntamento che vedrà anche la partecipazione della segretaria generale della Flai-Cgil nazionale Ivana Galli, in programma lunedì 10 aprile, dalle 10 alle 13, nella Sala multimediale del Museo delle Ferriere di Mongiana, promossa dalla Flai-Cgil di Vibo Valentia.

«Grazie ai referendum per l’abrogazione dei voucher e il ripristino della responsabilità solidale negli appalti – si legge in una nota di presentazione del convegno firmata da Battista Platì, segretario provinciale del sindacato di categoria -, il lavoro, in questo paese, oggi è tornato ad essere uno dei grandi temi del dibattito politico e mediatico: è questo un merito incontrovertibile della Cgil tutta e della sua campagna di mobilitazione costante, che hanno spinto anche il Governo ad intervenire con un decreto legge per evitare il voto referendario. Un risultato straordinario e niente affatto scontato, questo, che però non ci fa cantare vittoria: ora il Parlamento deve trasformare in legge il decreto del Governo affinché la Corte di Cassazione possa dichiarare accolte le nostre istanze».

Quindi l’organizzazione sindacale annuncia che proseguirà «la nostra mobilitazione per sostenere la Carta dei Diritti universali del lavoro: una proposta di legge di iniziativa popolare, di rango costituzionale, che si pone lo scopo di normare e tutelare qualsivoglia tipologia di lavoro, sia esso subordinato, parasubordinato o autonomo, definendo un nuovo, moderno diritto del lavoro attraverso una forte e coerente semplificazione dell’attuale legislazione».

top