martedì,Aprile 16 2024

Azzurro di Calabria: nel Vibonese show cooking e laboratori dedicati al pesce azzurro

Quattro gli appuntamenti del tour. Si inizia da Nicotera per poi passare a Vibo Marina, Pizzo e terminare a Tropea. Ecco quando

Azzurro di Calabria: nel Vibonese show cooking e laboratori dedicati al pesce azzurro

Domenica 20 agosto a Nicotera, lunedì 21 a Vibo Marina, martedì 22 a Pizzo per poi chiudere un mese dopo, il 22 settembre, a Tropea. È il poker della kermesse Azzurro di Calabria 2023 dedicata al pesce azzurro, quello buono e nutriente, che racconta la nostra terra, gustato, analizzato e “festeggiato” in modalità show cooking. Salute, tradizioni, scienza, cultura e tanto gusto. La kermesse è promossa dl Flag del Tirreno Area Tirreno 2 finanziata nell’ambito della misura 5.68 del Po Feamp dalla Regione Calabria, Dipartimento Agricoltura e Risorse. «Iniziativa che si inserisce all’interno di un’azione mirata a sensibilizzare il pubblico sui prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibili mediante un percorso di promozione finalizzato dal un lato a migliorare l’immagine turistica dei territori di riferimento – si legge in una nota -, dall’altro a valorizzare i prodotti della pesca, dell’acquacoltura e più in generale l’immagine del settore ittico nel suo insieme». «L’obiettivo è poi quello di sviluppare un programma di comunicazione e promozione integrato – prosegue la nota – realizzando iniziative territoriali che possano permettere di entrare rapidamente ed efficacemente in contatto con il target di riferimento. Il pescato di Calabria, il pesce azzurro identitario, diventa “esca” per target turistici ma al contempo “narratore” di storie, tradizioni, culture e benessere». Durante il tour sono previste attività di show cooking coordinati dal presidente dell’Associazione Italiana Nutrizionisti in Cucina, dottor Domenicantonio Galatà, con approfondimenti tematici nell’ambito di uno sviluppo sostenibile, ambientale ed economico.

Il programma

Quattro, come detto, gli appuntamenti del tour. Si inizia da Nicotera domenica 20 all’insegna del “pesce azzurro nella tradizione popolare di Calabria” con Domenicantonio Galatà, presidente dell’associazione nutrizionisti in cucina, Giuseppe Marasco sindaco di Nicotera, Antonio Francesco La Malfa assessore al bilancio del Comune di Nicotera, Antonio Alvaro presidente Flag dello Stretto Area Tirreno 2 e Fortunato Cozzupoli, direttore del Flag dello Stretto Area Tirreno 2. A cura dello chef Enzo Barbieri poi lo show cooking “la terra incontra il mare”, valorizzazione del pesce azzurro e realizzazione di “opere d’arte” culinarie.

Il giorno dopo, lunedì 21 a Vibo Marina, si replica con identico scenario, obiettivi e interventi ma con location itinerante che stavolta prevede tra i protagonisti il sindaco di Vibo Maria Limardo, Antonio Montuoro direttore accademia dieta mediterranea Nicotera, Michele Comito consigliere regionale e Lello Greco, commissario straordinario ente parchimarini regionali. Identico lo show cooging con Enzo Barbieri. Martedì 22 si approda a Pizzo, con il sindaco Sergio Pititto tra i relatori e identico impianto delle serate precedenti. Gran finale il 22 settembre a Tropea, con il convegno sulla “cucina mediterranea salutare e sostenibile” e con la regata velica “La Tropea food cup” all’interno della “Tropea cooking cup”, una competizione che abbina la regata a una gara di cucina a bordo a base di pesce locale. Un evento che coinvolge armatori ed equipaggi che si devono confrontare nello stesso tempo in regata ed in cucina. Tutti i convegni delle quattro serate sono moderati da Nerina Di Nunzio, founder di Food Confidential, esperta marketing e tv e conduttrice televisiva. Intrattenimento, approfondimenti e cultura dell’identità a corollario di ognuna delle serate. “Il Flag dello Stretto ha un obiettivo primario: permettere alle comunità che vivono grazie alla pesca di creare nuove e sostenibili fonti di reddito. La missione è quella di stimolare il pescatore a diventare imprenditore della pesca, una figura in grado di generare un vantaggio competitivo grazie ad un altro livello di efficienza” sono le parole di Antonio Alvaro, presidente del Flag dello Stretto Area Tirreno 2.
“Il pesce azzurro è l’emblema di una Calabria in cammino: in passato considerato piatto povero, oggi è il protagonista di una cucina di qualità, oltre ad essere apprezzato per le sue indubbie qualità nutritive”. Questo il pensiero dell’assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo secondo cui occorre “investire sulla sua diffusione, sulla conoscenza delle sue caratteristiche, come anche su modalità di pesca sostenibili che garantiscano il rispetto dei mari e dei fondali. Vuol dire farne il simbolo di une regione che lega il suo sviluppo alla fusione tra il territorio e le sue risorse, tutelandole e valorizzandole. Da qui la scelta di puntare su Azzurro di Calabria”.

LEGGI ANCHE: Zungri, i sapori della tradizione contadina rivivono con la Sagra della patata

Grande successo a Ricadi per la sagra della cipolla rossa

Pizzo si prepara ad ospitare la Sagra del tonno e del tartufo gelato

top