Tac non funzionante all’ospedale di Vibo Valentia

Si continua a “navigare a vista” allo Jazzolino, nonostante le buone intenzioni e i proclami della politica
Si continua a “navigare a vista” allo Jazzolino, nonostante le buone intenzioni e i proclami della politica
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Fuori uso da ormai una settimana l’unica Tac presente all’ospedale di Vibo Valentia nell’unità di Radiologia, fondamentale per la diagnosi delle polmoniti connesse al coronavirus. Per riparare il guasto si è provveduto al ritiro di un pezzo, ma il tentativo di ripristinarla è ieri andato a vuoto in quanto a non funzionare si è rivelato un diverso componente di cui si attende in settimana l’arrivo. Nulla da fare, dunque, per l’unica Tac presente in ospedale e ciò sta creando problemi enormi per i casi più urgenti legati anche a sospetti da coronavirus. Si continua a “navigare a vista”, dunque, all’ospedale Jazzolino, alle prese con una struttura che ha fatto il suo tempo e, in alcuni casi, pure con la carenza di dispositivi di sicurezza per il personale sanitario. Il tutto in attesa della costruzione del nuovo ospedale che, stando ai proclami della politica di destra, sinistra e centro, doveva essere già completato e funzionante da almeno un decennio.

Informazione pubblicitaria