domenica,Settembre 26 2021

Muro scuola don Bosco a Vibo, Santoro (M5s): «Bene l’abbattimento, nessun pericolo per i bambini»

Il capogruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio comunale si dice favorevole alla demolizione della recinzione dell'istituto: «Bisogna costruire spazi aperti, non chiudersi»

Muro scuola don Bosco a Vibo, Santoro (M5s): «Bene l’abbattimento, nessun pericolo per i bambini»
Alunni e genitori davanti all'Istituto Don Bosco di Vibo Valentia

«È positivo l’abbattimento del muro della scuola poiché la storia urbanistica italiana è fatta di piazze sempre aperte in cui Chiesa, Comune e Scuole coesistono e si confrontano. Non vedo insicurezze per i bambini, anzi». Così in una nota Domenico Santoro, capogruppo del Movimento 5 stelle nel Consiglio comunale di Vibo, che si esprime favorevolmente alla demolizione del muro di recinzione della scuola Don Bosco. Lavori voluti dall’amministrazione comunale per consentire l’accesso al parco giochi presente nel cortile dell’istituto, ma contro cui si sono scagliati alcuni consiglieri di opposizione.

«Sul tema – continua Santoro – ho scritto persino un libro (tutto ormai venduto ed oggi free), per dimostrare che la Sicurezza Urbana si ottiene aprendo e non chiudendo. Più ti chiudi e più puoi essere attaccato, in gergo si dice che la migliore sicurezza è fatta dalla “nonnina seduta sul gradino di casa” che tutto vedeva e controllava. Noi dobbiamo ricostruire, con la tecnologia e le forme fisiche quel concetto di controllo».

«L’idea di chiudersi in un recinto è uno di quei segnali (Lendmark) della presenza imperante della criminalità mafiosa e della sua mentalità, pertanto la società deve costruire spazi più aperti possibile che saranno sicuri solo se tutto sarà visibile. Inoltre – conclude il consigliere cinquestelle – occorre che nessun privato, ambulanti o genitori affranti, si approprino depredando gli spazi pubblici».

Articoli correlati

top