L’interpartitica scioglie le riserve: è Solano il candidato del centrodestra alla Provincia

Dopo giorni di trattative Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Movimento per la sovranità nazionale e Vibo Unica hanno deciso di puntare sul giovane sindaco di Stefanaconi ritenuto di: «Sicuro affidamento»

Dopo giorni di trattative Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Movimento per la sovranità nazionale e Vibo Unica hanno deciso di puntare sul giovane sindaco di Stefanaconi ritenuto di: «Sicuro affidamento»

Informazione pubblicitaria
Il sindaco di Stefanaconi Salvatore Solano
Informazione pubblicitaria

«Abbiamo deciso di puntare su Salvatore Solano, indicato da tutta la coalizione quale candidato unitario per le prossime Provinciali di Vibo Valentia». È quanto dichiarano le forze dell’interpartitica composta da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Movimento per la sovranità nazionale e Vibo Unica a margine dell’ultimo incontro tenutosi questa mattina. «L’accordo – continua la nota – è stato siglato al termine di un confronto positivo e costante, che ha permesso alla coalizione di individuare un candidato giovane e di sicuro affidamento. Solano, in qualità di sindaco di Stefanaconi, ha già avuto modo di dimostrare il suo valore di amministratore. Con lui alla guida della Provincia questo territorio potrà guardare al futuro con rinnovata fiducia e sarà in grado di affrontare le importanti sfide dello sviluppo, della sicurezza e della mobilità». 

Informazione pubblicitaria

«Sul nome di Solano – prosegue il comunicato – c’è la piena condivisione di tutta l’interpartitica. È, questo, un risultato frutto della maturità e della lungimiranza di tutte le forze politiche, che hanno avuto il non facile compito di operare una scelta tra due candidati di indiscutibile valore. Un ringraziamento particolare va perciò al Movimento per la sovranità nazionale e a Vibo Unica, che hanno infine rinunciato alla candidatura di un amministratore attento e capace come Antonio Arena, favorendo così una sintesi simbolicamente rilevante quanto necessaria e auspicabile. Senza dubbio – conclude l’interpartitica -, si tratta di un risultato positivo, che mette in luce lo spirito di collaborazione tra le varie anime di una coalizione a cui, nei prossimi anni, toccherà il compito di portare fuori dalle secche un ente strategico come la Provincia di Vibo».

LEGGI ANCHE: Accordi, strategie e tradimenti: il piano di Bruni per riprendersi la Provincia

Elezioni provinciali, il presidente del Consiglio di Stefanaconi si dimette dall’Udc

Udc fuori dal centrodestra per le Provinciali, l’interpartitica: «Nessuna prevaricazione»

Provinciali, il centrodestra perde pezzi: l’Udc si chiama fuori

Elezioni provinciali, il Pd prende tempo ma Censore è pronto a fare la sua mossa