Comune Vibo, l’assessore Lombardo annuncia la fine della propria esperienza

La decisione assunta unitamente ai vertici di Forza Italia ed al coordinatore provinciale Mangialavori. Nessuna mozione di sfiducia al sindaco, ma l’intento di favorire una nuova fase amministrativa

La decisione assunta unitamente ai vertici di Forza Italia ed al coordinatore provinciale Mangialavori. Nessuna mozione di sfiducia al sindaco, ma l’intento di favorire una nuova fase amministrativa

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

“Eccomi qua. È con tanta amarezza ed altrettanta responsabile consapevolezza che comunico ufficialmente la fine della mia esperienza amministrativa. Credo che la decisione assunta unitamente ai vertici del mio partito di riferimento sia quella giusta in previsione di un rilancio amministrativo”. E’ quanto afferma sulla propria bacheca facebook l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Lorenzo Lombardo, dopo la decisione del coordinatore provinciale di Forza Italia, Giuseppe Mangialavori, di rimettere le deleghe di tre assessori comunali, facenti parte della sua area politica, nelle mani del sindaco Elio Costa. “Non posso però non chiedere scusa ai miei elettori – afferma Lombardo – sia a quelli che magari si sono pentiti di avermi sostenuto e a coloro i quali ancora credevano in me. Ho sempre dato il massimo e il tempo credo me ne renderà atto anche se c’è ancora tanto da fare e spero che chi verrà dopo farà ancora meglio. È questo il mio auspicio ed è questo il motivo che mi ha spinto ad andare in questa direzione consapevole del fatto che, a volte, è solo uscendo di scena che si può capire quale ruolo sia stato svolto. Avrei voluto fare di più, questo sì, ma le difficoltà non sono mancate e vorrei che fosse chiaro che ho agito sempre e solo nell’interesse della mia comunità. Amo Vibo – conclude Lombardo – e spero di vederla un giorno migliore di come l’ho lasciata”. Nessuna sfiducia al sindaco Elio Costa, però. “Mandare a casa il sindaco per aprire le porte al commissariamento del Comune – ha infatti affermato il senatore Giuseppe Mangialavori – non è la soluzione. Sempre meglio essere guidati da un’amministrazione magari imperfetta, ma pur sempre scelta dai cittadini. Dall’inizio abbiamo deciso di appoggiare questa esperienza amministrativa e non ci siamo mai tirati indietro. Di concerto con i tre assessori e con il gruppo consiliare che si riconoscono nella mia area politica, abbiamo quindi deciso di rimettere le deleghe nelle mani del sindaco Costa per favorire una nuova fase amministrativa”. Chi vivrà, vedrà.     LEGGI ANCHE: Comune Vibo, Mangialavori rimette le deleghe di tre assessori nelle mani del sindaco

Informazione pubblicitaria

Comune Vibo, Luciano: «Uscire al più presto dall’attuale fase di declino amministrativo»