Crisi al Comune di Vibo, il monito di Confindustria: «Uscire dall’impasse»

L’associazione degli industriali si appella alle forze politiche affinché «garantiscano governabilità e stabilità e restituiscano fiducia alla città»  

L’associazione degli industriali si appella alle forze politiche affinché «garantiscano governabilità e stabilità e restituiscano fiducia alla città»  

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«“Tracciare un percorso, individuare e definire obiettivi ed una visione forte e condivisa per garantire un futuro alla città capoluogo”, questo chiediamo alle forze politiche che hanno il compito ed il dovere di restituire ad un intero territorio, con responsabilità e concretezza, la via della rinascita. Non intendiamo fare politica se non quella a favore ed a tutela della crescita delle imprese e del sistema economico, dell’economia e del benessere dell’intero territorio in cui operiamo. Ma, come cittadini e quale soggetto portatore di interessi diffusi ci preoccupiamo invece delle sorti della nostra comunità ed è per questo che chiediamo “responsabilità”». È un monito alla politica vibonese quello espresso da Confindustria Vibo Valentia e indirizzato a “restituire fiducia e futuro” alla città. Si tratta, per gli industriali, di «una responsabilità che chiediamo in primis alle forze politiche, a tutte le forze politiche, che hanno il dovere di verificare senza ulteriori rallentamenti le possibili quanto urgenti soluzioni ad una impasse che non giova a nessuno. Governabilità e stabilità durature siano le condizioni “minime” necessarie e non rappresentino miseramente l’obiettivo. Nessuna miopia o misura di emergenza ma una consapevole e lungimirante azione di governo della città, dei suoi problemi e delle sue opportunità. Siamo consapevoli di quanto la strada sia faticosa ma, per nostra natura e per la missione che abbiamo sposato, siamo anche convinti che con il duro lavoro e la fermezza delle decisioni assunte sia possibile creare condizioni di miglior favore per dare un futuro a imprese e cittadini».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEComune Vibo, svolta nella crisi: le opposizioni firmano il documento che silura Costa

Crisi al Comune di Vibo, Costa tira dritto: «La verifica si faccia in Consiglio»