Carattere

L’ex dirigente del Pd pressa Mangialavori per candidare il leader di Vibo Unica alla guida della coalizione, ma il senatore frena. A mediare il segretario Cisal Cavallaro 

Nel riquadro Pitaro con Luciano e a destra Mangialavori
Politica

E’ una strada tutta in salita. Vibo Valentia, città sull’orlo del baratro e di un secondo dissesto finanziario dopo la caduta dell’amministrazione comunale targata Elio Costa, attende di conoscere coloro i quali si candideranno a trascinarla fuori dal guado. Al voto, probabilmente, il 26 maggio. E tutto, sul fronte degli aspiranti sindaci (eccezion fatta per Cesare Pasqua), è ancora in alto mare. Il Partito democratico è un vuoto a perdere che gioca, appunto, a… perdere. Dopo il clamoroso tradimento dei suoi consiglieri, che alle provinciali hanno votato per il candidato di Forza Italia, perfino completare una lista credibile sarà un’impresa. Il suo stesso segretario cittadino, Francesco Pacilé, fa da sponda al gruppo facente capo a Vito Pitaro, ex Rifondazione comunista, Comunisti Italiani e poi assessore nella giunta di centrosinistra targata Sammarco, quindi grande elettore censoriano, oggi legatosi al senatore azzurro Giuseppe Mangialavori. Ed è sulla posizione di Pitaro che si gioca una partita delicata. L’ex comunista oggi destrorso ambisce alla candidatura alle regionali, probabilmente sotto un’insegna socialista, e punta consolidare il suo bacino elettorale realizzando un’asse con l’ex presidente del Consiglio comunale di Vibo Valentia Stefano Luciano, che si spinge affinché sia candidato alla testa di una coalizione di centrodestra. Ipotesi non gradita dal senatore Mangialavori, in ragione della ferma opposizione dei suoi colonnelli. In queste ore si starebbe cercando una mediazione attraverso il segretario generale della Cisal Franco Cavallaro, il pontiere che già in passato era riuscito a trovare la quadratura del cerchio tra le anime più disparate e, talvolta, disperate. L’obiettivo è scongiurare il rischio che Luciano e Pitaro finiscano con l’allestire una coalizione civica che frastagli ulteriormente il quadro e trascini Forza Italia e il centrodestra ad un possibile ballottaggio. Ciò in attesa che il Partito democratico dia segni di vita e il M5S sciolga le riserve sul suo candidato alla carica di sindaco.

LEGGI ANCHEI cinquestelle puntano su un quotato urbanista, ecco chi è il candidato sindaco di Vibo - Video

Vibo verso le Amministrative, strategie e alleanze in campo per la conquista di Palazzo Razza

È corsa alle candidature al Comune di Vibo, ci provano anche i “Liberi e forti”

Amministrative a Vibo, la provocazione dei dipendenti comunali: «Anche noi in campo» - Video

Verso le Amministrative, “Vibo Valentia da vivere” lavora ad una lista - Video

Vibo verso le Amministrative, l’associazione Valentia avvia una campagna d’ascolto

 

Seguici su Facebook