Carattere

Militanti ed elettori prendono le distanze dalla dichiarazione del segretario e la definiscono un’iniziativa «solitaria e improvvida frutto di fantasia e avventurismo. Non permetteremo inciuci». La replica dell'interessato

Politica

Dichiarano di parlare a nome di tanti iscritti ed elettori del Partito democratico di Vibo Marina. Gli stessi che non hanno per nulla condiviso l’ultima uscita del segretario della locale sezione Francesco Barbieri con la quale lo stesso dichiarava il suo favore (e quello del circolo rappresentato) alla candidatura a sindaco di Stefano Luciano. Uscita non digerita da militanti del partito, la cosiddetta “base”, che si scaglia ora contro la posizione assunta da Barbieri. Come fa in un intervento Antonio Barilaro, militante democrat in quel di Vibo Marina. «Ho commentato la notizia con molti iscritti ed elettori del partito - ha detto - e nessuno aveva partecipato alla presunta riunione di iscritti nella quale si sarebbe formalizzata la scelta per il futuro candidato a sindaco della città. La notizia è destituita di ogni fondamento. Il sottoscritto e gli amici che conosce, iscritti ed elettori, non sono stati chiamati a decidere un bel niente e il comunicato è frutto dell’iniziativa, della fantasia e dell’avventurismo del singolo segretario che si è assunto la responsabilità di trascinare il partito in scelte che non ha mai discusso e in polemiche nelle quali non è mai entrato». Per Barilaro «del comunicato non sono condivisibili né la forma, né il contenuto e riteniamo si ponga al di fuori della linea del Pd che era ed è quella di centrosinistra e della più larga area progressista. Il particolare momento di acuta difficoltà che ha visto l’intero gruppo consiliare emigrare nel campo della destra, doveva imporre riflessione, prudenza e condivisione. Nessuna idea progettuale - ha aggiunto il militante dem -, nessuna individuazione di necessità e bisogni della nostra cittadina, nessun dovere di partecipazione alle persone che ancora credono nel Pd e per il Pd sono disposte a spendersi e combattere; solo l’ansia di schierarsi all’ombra di un nome rispettabilissimo che però è lontano dalle nostre idee e dal perimetro politico in cui è collocato il nostro partito. Non permetteremo accordi sottobanco e inciuci» ha tuonato. Per Barilaro, quella di Barbieri rimane «la solitaria iniziativa del segretario. Solitaria e improvvida, che tende ad indebolire il serio tentativo, appena iniziato, di guidare e coinvolgere con rispetto e solidarietà i partiti e i movimenti dell’area progressista, di sinistra, civica e ambientalista, per la costruzione di un progetto di città che, partendo dal nucleo progressista e di centrosinistra, abbia la capacità di coinvolgere altre aree democratiche della città e solo successivamente procedere al nome che tale progetto dovrà garantire e realizzare». In conclusione «indichiamo al segretario di Vibo Marina l’esempio del segretario della sezione di Vibo centro, che ha dimostrato di avere rispetto per il partito, i suoi iscritti ed i suoi elettori dopo aver verificato l’improponibilità della sua proposta di alleanza con la destra». 

Al coro di sdegno si è unito anche un ex militante, Rosario Gramendola, il quale si dice costretto «a prendere le distanze da questo documento (il comunicato di Barbieri, ndr) in quanto la sezione non esiste da tempo e non è rappresentata da Barbieri, già organico da tempo al centrodestra e elettore di Luciano dalle scorse amministrative. Prendiamo quindi le distanze da questi comunicati - ha ribadito - che tendono solo a fare confusione. Gli elettori del Pd di Vibo Marina - ha concluso - rimangono coerenti con la loro storia». 

Dal canto suo, il segretario chiamato in causa, ribadisce la «decisione netta e senza equivoci» di «appoggiare la candidatura di Stefano Luciano a sindaco di Vibo Valentia» sul quale, afferma parlando anche a nome del direttivo, «non ci sono dubbi rispetto al suo modo di operare in maniera equilibrata e moderata». Quindi, Francesco Barbieri descrive Luciano come «la persona più adatta a guidare una città difficile come Vibo Valentia. Detto ciò - argomenta - la dichiarazione rispettabilissima del semplice militante Barilaro, a detta dei componenti il direttivo, è una voce fuori dal coro. Quindi avanti senza indugi e senza dubbi».

LEGGI ANCHEElezioni, il Pd di Vibo Marina punta su Stefano Luciano a sindaco

Il Pd di Vibo Marina: «Per il candidato a sindaco si ascoltino i circoli»

 

Seguici su Facebook