Carattere

I movimenti ribadiscono le ragioni della loro scelta mentre lavorano alla formazione delle liste e alle proposte programmatiche 

Politica

Partiti e movimenti che sostengono la candidatura dell’avvocato vibonese Maria Limardo alla carica di sindaco della città in vista delle prossime elezioni comunali - già sottoscrittori del documento diramato dall’interpartitica di centrodestra - certificano ora il proprio appoggio attraverso ulteriori dichiarazioni ufficiali. È il caso del movimento Vibo Valentia da vivere di Alfonso Grillo e del movimento La nuova frontiera dei liberi e forti che, per mezzo di due distinti interventi, esplicitano le ragioni di una scelta. Nel primo caso l’atto scaturisce da una riunione del coordinamento cittadino vibonese alla presenza del coordinatore provinciale Maria Luana Ferraro e del consigliere provinciale Daniele Vasinton, nonché del coordinamento cittadino composto da Mariella Saverino, Francesco Messina, Vania Di Gesu, Anna Portaro, Patrizia Fresca e dello stesso Grillo. Dopo le formalità di rito, espressa unanime «stima verso la persona e la figura politica della stessa Limardo, giudicando la scelta del centrodestra responsabile e perfettamente in linea con i criteri stabiliti nella designazione. Responsabilità deve essere infatti la parola da utilizzare in questa campagna elettorale, così come la parola competenza e serietà. I coordinamenti congiuntamente ribadiscono che anche la scelta di voler un sindaco donna è segno di quel cambiamento di cui tutti abbiamo bisogno. Si sottolinea - aggiunge Vibo da vivere - il lavoro selettivo e metodico, basato su competenze e serietà nonché persone nuove alle candidature ma esperti di politica e competenze provate in vari campi, che il coordinamento del movimento ha effettuato e sta effettuando nella scelta dei candidati che faranno parte della lista elettorale. Ciò a dimostrazione che occorre davvero compiere quella svolta necessaria a rompere i vecchi schemi ripetuti negli ultimi nove anni e credere nel nuovo».

E alla formazione di una lista sta lavorando anche il movimento La nuova frontiera dei liberi e forti. Lista che verrà denominata “Servire Vibo - Liberi e Forti” e che porterà con se una propria proposta programmatica «che trae la sua ragione ideale dalla dottrina sociale e dalla cultura sturziana per l’affermazione di principi e valori ancorati fortemente alla tutela della famiglia, della solidarietà e sussidiarietà». Domenico Orecchio, componente del direttivo regionale, conferma i «punti che fanno condividere il nuovo percorso politico e programmatico per il governo della città e che nascerà intorno a Maria Limardo. Grande soddisfazione tra tutti gli aderenti al movimento vibonese, poiché la scelta di coalizione nel centrodestra portata a sintesi dal senatore Giuseppe Mangialavori, viene ritenuta coerente e credibile dal punto di vista politico e programmatico». Il programma della lista contribuirà «con alcune linee guida, già elaborate, allo sviluppo e alla crescita del territorio vibonese e a breve sarà presentato in una apposita conferenza programmatica. Sicuramente ne faranno parte quelle che andranno in direzione dello sviluppo territoriale e del lavoro, sul superamento del drammatico divario generazionale, dello sviluppo sostenibile e dei distretti di economia della qualità».

LEGGI ANCHELa sfida di Maria Limardo: «Basta false promesse, iniziamo ad ascoltare i cittadini» - Video

Maria Limardo candidata a sindaco di Vibo per il centrodestra: c’è l’ufficialità

Comunali a Vibo, centrodestra: fumata bianca sul nome di Maria Limardo

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook