Politica, “Il Sud che sogna” conferma il portavoce provinciale di Vibo Valentia

Il movimento di sinistra prosegue con l’organizzazione territoriale e nomina anche i referenti delle altre aree della Calabria

Il movimento di sinistra prosegue con l’organizzazione territoriale e nomina anche i referenti delle altre aree della Calabria

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il movimento di sinistra “Il Sud che sogna” prosegue nella sua fase di radicamento nella regione. Nel corso di un’assemblea a Gioia Tauro sono stati messi a fuoco alcuni obiettivi che si intendono perseguire nella fase elettorale che da qui ad un anno vedrà impegnata la Calabria. Una tappa, quella di Gioia Tauro, che ha interessato anche il Vibonese, con la conferma nell’organigramma territoriale di Nicola Arcella, già segretario provinciale di Rifondazione comunista, quale portavoce della provincia di Vibo Valentia. Nominati inoltre Antonio Guerrieri per la provincia di Reggio Calabria, Raffaella Fortunato per la provincia di Cosenza, Rita Militi e Rocco Loria per la macro-area delle province di Catanzaro e Crotone. Nel documento finale votato all’unanimità il movimento afferma di essere «un movimento politico autonomo con principi e valori di sinistra» e di sostenere per le elezioni europee la lista “La Sinistra” «pur con perplessità per le modalità con cui la lista è nata, ritenendola, in ogni caso, la più vicina all’idea e ai principi del movimento. La modalità di sostegno e/o di adesione verranno decise nelle prossime ore, tenendo conto anche degli esiti di eventuali interlocuzioni con i soggetti che stanno dando vita alla lista». 

Informazione pubblicitaria

Il movimento ha anche deciso di avviare delle interlocuzioni sui territori per valutare le modalità di presenza alle prossime elezioni regionali e di essere pronto ad avviare la costruzione di piattaforme municipaliste in tutti comuni della Calabria. Il portavoce Michele Conia ha riferito sulla continuazione della collaborazione con Luigi De Magistris e sull’organizzazione di iniziative insieme. Ed infine ha lanciato da qui a luglio una fase congressuale in modo da condividere in maniera più ampia con i territori le nomine dei portavoce e delle altre cariche elettive del movimento.

LEGGI ANCHE“Il Sud che sogna” mette radici nel Vibonese, Nicola Arcella portavoce provinciale

Caduta dell’amministrazione Costa, “Il Sud che sogna”: «Ci sarà a Vibo il coraggio di cambiare?»

“Il Sud che Sogna” lancia l’appello da Vibo: «Evitare la mattanza sociale di Lsu ed Lpu»