Carattere

Su iniziativa dell’Unione italiana ciechi i quattro aspiranti primi cittadini hanno preso parte ad un incontro alla Villa dei gerani

Il confronto promosso dall'Uici
Politica

Vivere in una comunità inclusiva e accessibile. Condizione che dovrebbe appartenere a una città normale, ma non a Vibo Valentia, ultima in tutte le classifiche. Qui dove le persone con disabilità ogni giorno sono costrette a reclamare per  vedersi riconosciuti i propri diritti. Barriere mentali e architettoniche da abbattere. Da dove iniziare se non da chi la città è chiamato a amministrarla per i prossimi 5 anni? Da qui, per l’Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici), la necessità di un confronto con i quattro candidati a sindaco di Vibo Valentia: Maria Limardo, Stefano Luciano, Francesco Belsito e Domenico Santoro. Gremita per l’occasione la sala della Villa dei Gerani che dopo i saluti del  presidente Rocco Deluca ha dato vita al dibattito. Ognuno degli aspiranti primi cittadini, ha illustrato il programma elettorale tentando di rispondere alle richieste dei ciechi e degli ipovedenti, che sognano una città a misura d’uomo.

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook