sabato,Luglio 2 2022

Mancata Biblioteca a Vibo Marina, Luciano: «Non basta un punto lettura alla Tonnara di Bivona»

L’esponente di Azione: «È un argomento che necessita di una discussione approfondita in Consiglio, non un question time dove non si può replicare agli assessori»

Mancata Biblioteca a Vibo Marina, Luciano: «Non basta un punto lettura alla Tonnara di Bivona»
La Tonnara di Bivona

«Non appare possibile trattare questioni importanti quali la realizzazione della biblioteca a Vibo Marina o altre questioni fondamentali con il metodo del “question time” e cioè le mini-interrogazioni che non generano alcun dibattito e che non consentono ai consiglieri di replicare agli assessori interrogati se non per qualche minuto. Tale metodo, per come previsto anche alla Camera può essere utile solo per informative urgenti e contingibili, ma non per trattare questioni di merito che necessitano di dibattito e confronto». E’ quanto evidenzia Stefano Luciano, consigliere comunale del gruppo Azione tornando sulla vicenda della biblioteca a Vibo Marina. [Continua in basso]

L'aula consiliare di Palazzo "Luigi Razza"

«Vorrei evidenziare che riservare un’intera seduta di Consiglio a questo tipo di interrogazioni rappresenta solo una perdita di tempo alla quale il sottoscritto si è sempre sottratto, che non coinvolge e non entusiasma e non a caso si tratta di sedute scarsamente partecipate (basti guardare i verbali per capire che si registra qualche singola presenza) nel corso delle quali il più delle volte si genera confusione e qualche consigliere di opposizione non si rende conto di fare il gioco della maggioranza e cioè dare agli assessori l’assist per fornire risposte alle quali non è possibile compiutamente replicare, soffocando così un dibattito di merito che è invece fondamentale per fare emergere agli occhi dei cittadini la verità dei fatti».

Secondo Luciano «è quello che è accaduto nel corso della recente seduta, nel corso della quale l’assessore Rotino ha affermato che presso la Tonnara si realizzerà una biblioteca che potrà compensare l’assenza della biblioteca a Vibo Marina, rivendicando così un risultato apparente che non ha trovato un’adeguata risposta da parte dei presenti in aula, proprio per le modalità di svolgimento della seduta. Le dichiarazioni dell’assessore Rotino sono pretestuose e si scontrano con quelle dell’assessore all’urbanistica Scalamogna di cui va invece apprezzata l’onestà intellettuale il quale, parlando il linguaggio della verità, nella stessa giornata in cui si teneva la seduta consiliare in discussione, affermava in conferenza stampa presso la Tonnara di Bivona, alla presenza del sindaco, che in quel luogo, verrà realizzato un punto lettura senza alcun riferimento ad una biblioteca».

L’esponente di Azione prosegue quindi la sua analisi: «Mentre la biblioteca è un luogo di raccolta e conservazione di risorse fisiche come libri, riviste, cd, dvd, o digitali come ebook, basi di dati, riviste elettroniche ed è dunque un patrimonio concreto di risorse, il punto lettura è solo un luogo fisico, prevalentemente dedicato ai bambini, per la lettura di libri, ma non contempla per sua definizione elementi aggiuntivi e complessi tipici di una biblioteca. Ergo, non è un luogo che attribuisce una caratterizzazione in termini di cultura e sviluppo. Pertanto, presso la Tonnara di Bivona non vi sarà una biblioteca ma un punto lettura che è comunque un fatto estremamente positivo per il quale vi è la mia totale condivisione ma il tema della presenza di una biblioteca a Vibo Marina per rafforzare la prospettiva culturale e la coesione sociale in quel territorio rimane un tema non risolto che va proposto e discusso ed in questo senso ho predisposto un ordine del giorno per il prossimo Consiglio comunale. Ovviamente – conclude Luciano – ritengo assolutamente positivo l’investimento generale compiuto sulla Tonnara di Bivona per la quale peraltro mi sono sempre battuto e per la quale ho votato favorevolmente in Consiglio comunale indipendentemente dal fatto di trovarmi all’opposizione. Certamente continueremo a sorvegliare per garantire che i soldi vengano spesi e spesi bene».

LEGGI ANCHE: La Biblioteca comunale non si farà più a Vibo Marina, ma alla Tonnara di Bivona: ecco perché

Articoli correlati

top