giovedì,Maggio 30 2024

Vibo, Roberto Fico: «Autonomia differenziata divide il Paese e penalizza il Sud»

L'ex presidente della Camera in città per un incontro sul dll Calderoli. Spazio anche alla tragedia di Cutro: «Responsabilità vengano fuori rapidamente»

Vibo, Roberto Fico: «Autonomia differenziata divide il Paese e penalizza il Sud»
Fico e Orrico durante l'incontro a Vibo

«Quanto accaduto a Steccato di Cutro è una ferita indelebile nella storia del nostro Paese. Voglio ringraziare il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che è andato sul posto a rappresentare tutti gli italiani mentre sono sconvolto dalle parole del ministro Piantedosi che dovrà spiegarci bene in aula come sono andati i fatti». Lo ha detto a Vibo Valentia l’ex presidente della Camera Roberto Fico, presidente del Comitato di garanzia del Movimento 5 stelle, a margine di un incontro sull’autonomia differenziata promosso dal Movimento 5 Stelle presenti i deputati Riccardo Tucci e Anna Laura Orrico. «Spero che le responsabilità – ha aggiunto Fico – vengano fuori rapidamente perché non è possibile tollerare quello che è successo». Per l’ex presidente della Camera «non bisogna tanto chiedere le dimissioni del titolare del dicastero all’Interno quanto dovrebbe essere quest’ultimo a fare un passo indietro. Penso che dovrebbe essere proprio il ministro Piantedosi a dover dare le dimissioni perché nelle parole che ha pronunciato è chiara la sua inadeguatezza, e poi ci sono anche responsabilità del ministro Salvini». [Continua in basso]

Durante l’incontro, che si è tenuto stamattina nella biblioteca comunale, a proposito di autonomia differenziata Fico ha detto che «rappresenta un problema di rilevante importanza perché il disegno di legge che ha voluto Calderoli divide il Paese e farà diventare il Sud ancora più un’area che non riuscirà a colmare i gap. E questo perché la legge certifica che chi ha di più, ha di più, e chi ha di meno non riesce ad avere di più».

Spazio anche all’inchiesta sulla gestione del Covid nella Bergamasca che vede coinvolti tra gli altri anche l’ex premier Conte e l’ex ministro della Salute Speranza. «Credo che in quella fase il Governo ha cercato di fare tutto il possibile nel migliore dei modi – ha riferito Fico -. Abbiamo fiducia nella magistratura così come ha detto anche lo stesso Giuseppe Conte».

LEGGI ANCHE: Autonomia differenziata, Di Bartolo (Pd Vibo): «Silenzio dagli amministratori locali di centrodestra»

Naufragio a Cutro, trovati i corpi di due bambini: le vittime salgono a 70

top