venerdì,Aprile 12 2024

Centro di accoglienza a Portosalvo, Roschetti: «Saturo e in condizioni igienico sanitarie preoccupanti»

Il consigliere comunale specifica che: "Ci troviamo di fronte a un problema molto serio" e aggiunge che ha notato "totale assenza sul territorio del neo assessore alle politiche sociali"

Centro di accoglienza a Portosalvo, Roschetti: «Saturo e in condizioni igienico sanitarie preoccupanti»
Il capannone che accoglie i migranti a Porto Salvo
Il consigliere comunale Nino Roschetti

“A me non va di strumentalizzare quando ci sono di mezzo delle vite umane, pur tuttavia è d’obbligo far conoscere alla cittadinanza come si intende affrontare e possibilmente risolvere una problematica che ormai ci riguarda da vicino. A parte i selfie che ormai sono di moda e che, ancora una volta, dimostrano che c’è tanta voglia di apparire piuttosto che di essere, a distanza di giorni ci troviamo di fronte a un problema molto serio che vede coinvolto il nostro territorio e rischia di diventare una bomba ad orologeria. In occasione dell’ultimo sbarco avvenuto a Vibo Marina, 64 minori non accompagnati sono stati destinati nell’hot spot di Portosalvo, ubicato vicino alla scuola elementare del luogo. La situazione risulta essere a dir poco drammatica poiché lo stabile, avendo già esaurito la propria capacità ricettiva non è più nelle condizioni di poter ricevere nessuno”. A porre l’accento sulla questione è il consigliere comunale di Vibo, Antonino Roschetti il quale spiega che “gli ospiti già presenti stanno infatti vivendo in condizioni igienico-sanitarie preoccupanti e gli abitanti del posto iniziano giustamente a manifestare i primi segnali di disagio. la contestuale emergenza sbarchi che sta interessando tutta l’Italia e le isole vicine (vedi Lampedusa) e considerato che l’intero sistema di accoglienza è in affanno, non è da escludere il fatto che da qui a breve altri minori possano essere destinati a Portosalvo. A questo si aggiunge la totale assenza sul territorio di Cas (ossia di strutture dotate di assistenti sociali, psicologi e quindi attrezzati a fronteggiare l’emergenza), che per poter operare, devono essere accreditate a livello nazionale”. L’esponente di “Città Futura” prosegue specificando che “ho notato la totale assenza sul territorio del neo Assessore alle politiche sociali, al quale anche a nome dei miei concittadini, avrei voluto rivolgere le seguenti domande: Come intende risolvere il problema, visto che l’intero sistema di accoglienza è in affanno? Si è già interfacciato con Prefettura e Questura (visto che l’hot spot di Portosalvo è di loro competenza) Quali sono le potenziali azioni che il suo assessorato intende mettere in campo? Ha già pensato di interloquire con il sottosegretario agli Interni Wanda Ferro al fine di programmare insieme una soluzione condivisa che possa mettere in campo azioni concrete per far respirare il nostro territorio? A mio avviso – conclude Antonino Roschetti – la situazione non è da prendere sotto gamba, ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza e sin da subito la cittadinanza gradirebbe avere delle risposte concrete”.

LEGGI ANCHE: Migranti: a Vibo Marina la nave con destinazione finale il porto di Napoli – Foto e Video

Tra i migranti accolti a Portosalvo e pronti a ripartire, la Prociv: «Aiutarli la nostra missione» – Video

Emergenza sbarchi, Lo Schiavo e Mammoliti nel centro di accoglienza di Portosalvo

top