mercoledì,Febbraio 21 2024

Comunali a Vibo: Colelli (Pd) ribadisce che il proprio candidato a sindaco resta Romeo

Con un post su Facebook il segretario cittadino non parla più della coalizione progressista e annuncia una serie di incontri nelle frazioni e nei quartieri con il «candidato a sindaco Enzo Romeo». Attesa ora per le prese di posizione di M5S, Umanesimo sociale e Liberamente progressisti

Comunali a Vibo: Colelli (Pd) ribadisce che il proprio candidato a sindaco resta Romeo
Il Comune di Vibo e nei riquadri Francesco Colelli ed Enzo Romeo
Il tavolo della coalizione progressista

Se non è rottura della coalizione progressista, poco ci manca. Lascia poco spazio alle interpretazioni l’ultimo Post su Facebook del segretario cittadino di Vibo Valentia Francesco Colelli. E le parole, le singole parole, in politica hanno un peso. Nell’analizzare le inadempienze dell’amministrazione di centrodestra, specie per le condizioni in cui versano le frazioni, il segretario cittadino Francesco Colelli così infatti si esprime: “Saremo con il nostro candidato a sindaco, Enzo Romeo, assieme ad altri rappresentanti di movimenti, associazioni e partiti che vorranno condividere la nostra aspirazione a cambiare finalmente questa città. Grazie a tutti coloro che credono nell’alternativa vorranno darci fiducia: sapremo meritarcela”. Per il segretario cittadino del Pd, dunque, il proprio candidato – da intendersi al momento solo del Partito democratico – è senza ombra di dubbio Enzo Romeo e ben accetti saranno coloro che, tra movimenti e altri partiti, vorranno sostenerlo “per cambiare finalmente la città”. Non a caso lo stesso Colelli ha annunciato che Enzo Romeo ed il Pd ogni due venerdì saranno in un quartiere o in una delle frazioni, in un luogo di incontro che definiremo di volta in volta – ha scritto Colelli – per ascoltare e raccogliere indicazioni e suggerimenti, proteste e denunce, speranze e aspettative”.

Francesco Colelli

Dichiarazioni che bisognerà ora vedere come verranno recepite dagli altri componenti del “tavolo” della coalizione progressista, vale a dire Umanesimo sociale di Mimmo Consoli, Liberamente progressisti di Antonio Lo Schiavo e, soprattutto, il Movimento Cinque Stelle dei vari Tucci, Santoro e Furci. Ecco in ogni caso il post integrale del segretario cittadino del Pd Francesco Colelli: “Vibo Valentia, e in particolare le frazioni, da un quindicennio è abbandonata al suo destino di degrado. Il progetto di una piazzetta o il rifacimento di una strada o di un edificio non possono bastare: occorre un’attenzione vera per le necessità primarie dei residenti, i primi e davvero attenti nel riconoscere i problemi più urgenti, i disagi, le difficoltà connesse alla vita quotidiana delle famiglie e dei lavoratori, dei giovani e degli anziani. Un partito politico deve saper ascoltare e capire, per cogliere e fare proprie, rendendole concrete, le soluzioni migliori e, se possibile, definitive. Il circolo cittadino del Partito democratico ha un gruppo dirigente giovane e dinamico, che ha voglia di fare e di spendere energie per la nostra Vibo Valentia. Ci sentiamo pronti a rappresentare chi non ha voce, tutti coloro che non vedono riconosciuti i più elementari diritti di cittadinanza, che chiedono servizi in cambio di pesanti imposte comunali e che non si accontentano più delle chiacchiere e delle parate. La politica deve tornare a essere semplice e di sostanza. Così, ogni due Venerdì (dalle 18,00 alle ore 20,00) saremo in un quartiere o in una delle frazioni, in un luogo di incontro che definiremo di volta in volta, per ascoltare e raccogliere indicazioni e suggerimenti, proteste e denunce, speranze e aspettative. Saremo con il nostro candidato a sindaco, Enzo Romeo, assieme ad altri rappresentanti di movimenti, associazioni e partiti che vorranno condividere la nostra aspirazione a cambiare finalmente questa città. Grazie a tutti coloro che credono nell’alternativa vorranno darci fiducia: sapremo meritarcela”.

LEGGI ANCHE: Comunali a Vibo, si allarga l’area di Centro con l’ingresso di Arena e “Italia del Meridione”

Comunali a Vibo: la presa di posizione di Michele Comito fa discutere molto ma convince poco

Vibo, Enzo Romeo: «Per rinascita della città serve recuperare un quindicennio di degrado»

top