lunedì,Marzo 4 2024

Comunali a Vibo: il fronte progressista prova ad allargare il tavolo ma senza…il Pd

M5S, Liberamente progressisti e Umanesimo sociale convocano una conferenza stampa per spiegare l’idea di coinvolgere altre forze alternative al centrodestra ma a suo tempo tale proposta era già stata avanzata dal Partito democratico

Comunali a Vibo: il fronte progressista prova ad allargare il tavolo ma senza…il Pd
Nei riquadri Antonio Lo Schiavo, Domenico Consoli e Riccardo Tucci

Prova a fare passi in avanti l’area progressista vibonese in vista delle elezioni amministrative nella città capoluogo. A tal fine, Riccardo Tucci (Movimento Cinque Stelle), Antonio Lo Schiavo (Liberamente progressisti) e Domenico Consoli (Umanesimo sociale) hanno convocato per venerdì 15 dicembre alle ore 15 nella sala della presidenza del consiglio del Comune di Vibo, una conferenza stampa. È nostro intendimento continuare a portare avanti il dialogo tra tutte le forze alternative al centrodestra per dare un nuovo governo alla città. Da qui l’apertura a tutte le sigle civiche e partitiche alternative al centrodestra, scevre da posizioni precostituite, unica possibilità, realistica e ragionevole, per allestire una proposta competitiva e vincente da contrapporre allo schieramento che ha affossato la città negli ultimi vent’anni”. Ricordiamo che tale proposta di allargamento del “tavolo” era stata avanzata a suo tempo anche dal Partito democratico – già da tempo in campagna elettorale con il proprio candidato a sindaco Enzo Romeo – ed era stato anche uno dei motivi di “rottura” tra Umanesimo sociale e Pd.

LEGGI ANCHE: Comunali a Vibo, Consoli: «Questo Pd è poco democratico, sto dialogando con l’area di centro»

Il Corsivo | Comunali a Vibo: il Pd avvia la campagna elettorale in barba al “tavolo” progressista

Lo Schiavo al congresso di Azione: «Anche a Vibo punti di incontro unendo gli sforzi»

Comunali a Vibo, Colelli: «Consoli dialoga con il centro? Pensa un po’ che novità…»

Comunali a Vibo, Luciano: «Disponibili al dialogo con tutti coloro che si sentono alternativi alla Limardo»

top