martedì,Maggio 18 2021

Nesci (M5s): «Scura e Urbani chiariscano futuro della Stroke unit di neurologia»

La parlamentare pentastellata interviene sul paventato scippo dell’unità dell’ospedale vibonese a favore di quello di Catanzaro.

Nesci (M5s): «Scura e Urbani chiariscano futuro della Stroke unit di neurologia»

«Del futuro della Stroke unit di Vibo Valentia chiederò conto ai commissari alla sanità calabrese, Massimo Scura e Andrea Urbani, ai quali dissi subito, nell’incontro del 31 marzo scorso, che per dati e qualità essa meritava il massimo livello di attenzione e dotazione». È quanto ha dichiarato la deputata del Movimenti 5 stelle, Dalila Nesci, in merito alla paventata costituzione di “hub” neurologico a Catanzaro che potrebbe penalizzare la struttura di Neurologia esistente presso l’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia.

«In genere le voci non nascono mai a caso – dichiara Nesci -. A Vibo Valentia il primario Domenico Consoli ha raggiunto risultati che tutti possono verificare, così come i suoi tanti contributi scientifici nel trattamento dell’ictus. Mi sono fatta un’idea sui rumori di corridoio riguardo al riordino delle strutture neurologiche in Calabria. Non vorrei che la sorpresina fosse dietro alla discussa integrazione tra l’ospedale Pugliese e il policlinico dell’Università di Catanzaro, tutta sbilanciata verso l’ateneo retto dal professor Aldo Quattrone».

«Da qui – aggiunge la parlamentare vibonese – cambieranno diverse cose nel riassetto della sanità calabrese. Intanto il M5s ha presentato l’interrogazione in commissione sull’illegittimità del commissariamento della Calabria nella sanità, evidente in base alla normativa sui piani di rientro. Questo significa che il governo Renzi potrà proseguire nell’illegittimità o revocare gli incarichi a Scura e Urbani, che dall’inizio hanno sostenuto i vari appetiti dei baroni della sanità calabrese; il primo con una certa ingenuità, il secondo con piena determinazione e con l’appoggio del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin».

Articoli correlati

top