Rendiconto di gestione a Maierato, nuova segnalazione al prefetto di Vibo

A farsene promotori i consiglieri d’opposizione Rizzo, Barbieri e Liberto che segnalano il mancato rispetto dei termini di deposito. Chiesto un incontro per discutere le problematiche già rilevate

A farsene promotori i consiglieri d’opposizione Rizzo, Barbieri e Liberto che segnalano il mancato rispetto dei termini di deposito. Chiesto un incontro per discutere le problematiche già rilevate

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Maierato

I consiglieri comunali d’opposizione al Comune di Maierato, Sergio Francesco Rizzo, Francesco Barbieri e Domenico Liberto, hanno scritto al prefetto di Vibo Valentia Guido Longo, rilevando l’illegittima convocazione del consiglio comunale per l’approvazione del Rendiconto di gestione 2016, e segnalando il mancato rispetto dei termini assegnati per il deposito agli stessi consiglieri. 

«Tale condotta illegittima – scrivono Rizzo, Barbieri e Liberto -, tra l’altro più volte segnalata al prefetto di Vibo Valentia anche in occasione di altri consigli precedenti tra cui quello per l’approvazione del Bilancio di previsione anno 2017/2019, non può essere assolutamente accettata dal gruppo d’opposizione che, pertanto, considerato quanto sopra esposto, chiede al sindaco e al presidente del consiglio comunale di Maierato di voler revocare l’avviso di convocazione». 

Al prefetto si chiede, invece, un «tempestivo intervento al fine di evitare il continuo perpetrarsi di violazioni delle disposizioni normative nella convocazione del consiglio comunale» mentre al segretario comunale, Stefania Bondini, si chiede di «voler valutare la fondatezza della presente richiesta e controllare i termini di deposito nonché la corretta applicazione della normativa vigente, in qualità di responsabile dei controlli interni dell’Ente e di responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza del Comune di Maierato». 

La comunicazione inoltrata al prefetto Longo dai consiglieri della lista “Maierato democratica” è solo l’ultima di una serie di segnalazioni inerenti: la comunicazione della mancata approvazione del piano di rientro dal disavanzo del 31 agosto 2016; la comunicazione della nomina del geometra Cinquegrana e l’incompatibilità e la violazione della normativa anticorruzione del 31 agosto 2016; la comunicazione relativa alla convocazione del consiglio comunale del 1 febbraio 2017; la comunicazione delle situazioni in contrasto con la normativa anticorruzione Utc Comune di Maierato del 4 marzo 2017; la richiesta revoca avviso convocazione consiglio comunale bilancio previsione 2017 del 18 aprile 2017; la nota integrativa relativa alle modalità di trasmissione del parere del revisore dei conti relativo al bilancio di previsione 2017 del 19 aprile 2017. 

Questioni che per i consiglieri d’opposizione sono rimaste lettera morta e rispetto alle quali si chiede, pertanto, un incontro allo stesso rappresentante territoriale del governo di Vibo Valentia.