Capistrano: il neo sindaco Martino rinuncia all’indennità

Il primo cittadino pensa all’apertura di un capitolo distinto nel bilancio comunale per destinare il compenso alle attività sociali o ad altri settori

Il primo cittadino pensa all’apertura di un capitolo distinto nel bilancio comunale per destinare il compenso alle attività sociali o ad altri settori

Informazione pubblicitaria

Lo aveva promesso in campagna elettorale. Adesso, da neo eletto primo cittadino, Marco Martino rende ufficiale l’azione a cui ha dato immediatamente seguito. La rinuncia all’indennità di carica che gli deriverebbe dal ruolo ricoperto. Un’azione che, prima di lui, aveva messo in atto l’ex consigliere Tommaso Mandaliti, che utilizzò la sua indennità di carica per l’acquisto di materiale destinato alle scuole. Martino è comunque il primo sindaco ad adottare una tale decisione. Un gesto che arriva in una fase storica in cui la politica non gode della massima stima da parte di molti cittadini comuni e che fa ben sperare in un cambiamento non solo morale, ma anche all’insegna della generosità e dell’altruismo. Martino, sindaco più giovane della Calabria, dal suo profilo fb rende pubblica la delibera che decreta la sua decisione, chiedendo che venga aperto un capitolo distinto nel bilancio comunale per destinare il compenso alle attività sociali o ad altri settori. Un gesto che fa onore al giovane primo cittadino non ancora ventisettenne, che impatta positivamente sulla comunità e si pone come una prima lezione impartita a qualcuno dei detrattori.