Strisce blu a Vibo, Luciano: «Il sindaco vuole solo fare cassa»

Il capogruppo Pd in Consiglio comunale interviene dopo l’annuncio del sindaco Limardo: «Si prevedano zone esenti da soste a pagamento»
Il capogruppo Pd in Consiglio comunale interviene dopo l’annuncio del sindaco Limardo: «Si prevedano zone esenti da soste a pagamento»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

Dopo l’annuncio del sindaco di Vibo Maria Limardo sull’imminente ripristino dei parcheggi a pagamento dopo la lunga parentesi dovuta al lockdown, infuria la polemica, soprattutto sui social, tra i favorevoli e i contrari al ritorno alla “normalità” anche dal punto di vista delle strisce blu. Tra questi vi è, con i distinguo del caso, anche il capogruppo Pd in Consiglio comunale Stefano Luciano. «Non si può pensare di fare cassa ripristinando le strisce blu – ha commentato -. Il sindaco deve fare prevalere in questa fase molto delicata il buonsenso ed andare incontro alle esigenze dei cittadini e dei commercianti. In alcune zone non devono essere ripristinate le soste a pagamento. Inoltre – prosegue – è doveroso pensare alla riapertura delle attività produttive con azioni concrete. Ad esempio devono essere prorogate gratuitamente per tutto l’anno le concessioni per gli spazi esterni (gazebo e pedane) di ristoranti e bar che hanno rivitalizzato ed abbellito le nostre strade di fronte alla sfilza di saracinesche abbassate. Questo – conclude – significa volere realmente un miglioramento nell’interesse di tutti e non solo nell’interesse delle casse del Comune».