Pietro Grasso negli studi di LaC Tv: «Finalmente ho potuto parlare di temi che mi stanno a cuore» (VIDEO)

Il presidente del Senato ha ringraziato il network calabrese per aver avuto l'opportunità di focalizzare l'attenzione sui contenuti della campagna elettorale: «Di solito, invece, invitano me ma vogliono parlare di D’Alema»

Il presidente del Senato ha ringraziato il network calabrese per aver avuto l'opportunità di focalizzare l'attenzione sui contenuti della campagna elettorale: «Di solito, invece, invitano me ma vogliono parlare di D’Alema»

Informazione pubblicitaria
Il presidente del Senato negli studi di LaC Tv
Informazione pubblicitaria

«Finalmente ho potuto parlare di temi che mi stanno a cuore, come la tutela dei lavoratori e il diritto alla salute. Ringrazio il vostro network per avermi dato questa possibilità. Di solito, invece, invitano me e vogliono parlare di D’Alema». Nella battuta del presidente del Senato, Pietro Grasso, oggi negli studi vibonesi di LaC Tv, c’è tutta la frustrazione di una campagna elettorale che troppo spesso perde di vista gli obiettivi programmatici per concentrarsi quasi esclusivamente sul gossip politico. 

Informazione pubblicitaria

Il leader di Liberi e Uguali, la coalizione formata da Movimento democratico e progressista, Sinistra italiana e Possibile, ha scelto Vibo per la prima tappa del suo tour elettorale in Calabria. Nel corso della mattinata ha visitato gli studi del network, incontrando il direttore generale Maria Grazia Falduto e partecipando in seguito come ospite a una puntata di Pubblica Piazza, la trasmissione di approfondimento politico a cura di Pasquale Motta. Grasso è stato infine intervistato in diretta dal direttore del Tg, Cristina Iannuzzi, durante l’edizione delle 14.

L’esponente di LeU ha avuto modo di mettere a fuoco alcune delle tematiche che considera prioritarie, come quelle legate alla tutela della salute. Non a caso, prima di raggiungere la redazione di LaC News24 e de Il Vibonese, Grasso ha tenuto un incontro pubblico nell’area esterna dell’ospedale Jazzolino

«Abbiamo scelto di incontrare i cittadini proprio lì, perché la mancata costruzione del nuovo nosocomio è il simbolo del diritto alla salute negato», ha poi spiegato ai nostri microfoni. «Il Partito democratico – ha aggiunto – non fa più politiche di sinistra, come dimostra l’abolizione dell’articolo 18, il “Job act”, la riforma della Scuola e finanche questa legge elettorale, un sistema che non consente ai cittadini di capire chi stanno votando». 

Con riguardo alle politiche di sviluppo, Grasso ha poi evocato la “clausola Ciampi” per la quale il 45 per cento dei finanziamenti pubblici «devono essere diretti al Sud. Vogliamo riattivare questo meccanismo – ha aggiunto – nell’ambito di un piano nazionale di sviluppo che punti sulla sostenibilità ambientale dell’industria, sul turismo e sulle eccellenze del territorio». In merito poi a un’eventuale alleanza post-elettorale con i cinquestelle, Grasso ha detto che l’M5s «sta subendo una sorta di mutazione genetica, perché adesso vuole accontentare tutti. Basti pensare, ad esempio, al fatto che Di Maio sia andato a Londra a rassicurare i grandi investitori. Quindi – ha concluso – in questa fase non ci sono le condizioni per ipotizzare un futuro di governo insieme».

LEGGI ANCHE:

Politiche 2018 | Il presidente del Senato Grasso a Vibo: “No al modello americano di sanità” (VIDEO)

Elezioni politiche, tutti i candidati del collegio vibonese

Politiche, in Liberi e uguali passa la linea dei “big”: il vibonese Lo Schiavo si chiama fuori