Noelia Ciccioli, la cantante calabrese che fa sognare l’Argentina

Di origini cosentine, la giovane artistica gode di grande seguito nella comunità italiana. Presto sarà in Calabria

Di origini cosentine, la giovane artistica gode di grande seguito nella comunità italiana. Presto sarà in Calabria

Informazione pubblicitaria
La cantante Noelia Ciccioli

BUENOS AIRES – È una delle più belle voci d’Argentina, molto apprezzata dal pubblico giovanile e soprattutto dagli emigrati calabresi nel Sud America. Le sue origini però sono della Calabria, dove nei prossimi giorni si recherà in visita. Stiamo parlando di Noelia Ciccioli giovane cantante originario di San Sosti nel Cosentino.

Noelia oltre a essere diventata famosa per la sua voce è molto impegnata nella comunità calabrese, una passione cominciata da piccola, quando alcuni suoi compaesani residenti nell’America Latina hanno organizzato la festa della Madonna del Pettoruto.

Festività che dal 1964 si svolgono nel quartiere di San Isidro. Ed è proprio dalla casa dei suoi nonni che partì questa ricorrenza molto sentita, diventata una delle più importanti della collettività italiana di Argentina. La storia artistica di Noelia Ciccioli inizia da lì e all’età di 15 anni cominciò a cantare in molti luoghi, canzoni in inglese, spagnolo, e qualcuna in italiano.

La sua voce incantava il pubblico e dopo 3 anni si presentò al concorso canoro nel “Paseo La Plaza” il teatro più importante di Buenos Aires dove si è classificata al secondo posto. Nel cuore di Noelia c’era sempre la festa organizzata dalla comunità e nel settembre successivo su invito dello zio Jorge Aragona, dedicò una serata alla Madonna, nel corso della quale conobbe un altro calabrese doc, il maestro Luigi Carniglia, il quale cercava una voce da integrare all’orchestra italiana.

Un colpo di fortuna per Noelia che cominciò a prendere confidenza con la musica italiana. Arrivarono i concerti, le partecipazioni alle serate dedicate alle radici calabresi. Dopo 6 anni da quel fatidico incontro, la vita di Noelia Ciccioli è cambiata: «Oggi – ha sottolineato – devo ringraziare il pubblico argentino e soprattutto quello di origini italiane, specie i più giovani, che mi seguono con grande affetto. Mi ritrovo quindi in una posizione che mi permette di aiutare, attraverso la musica, la comunità italiana e calabrese presente in Argentina».

Per Noelia Ciccioli ora c’è un viaggio in Calabria, da vivere con molte emozioni: «Sarò in Calabria per la prima volta e sono molto felice. Mi auguro di visitare quei bei posti che ho solamente sognato».