lunedì,Luglio 26 2021

Centro di Salute mentale da Vibo a Mileto, costruttivo l’incontro in Prefettura

Confermato il trasferimento. Nella città capoluogo di provincia rimarrà aperto un ambulatorio per le emergenze, in attesa di un riordino complessivo. Il sindaco Giordano: «Controversia inutile»

Centro di Salute mentale da Vibo a Mileto, costruttivo l’incontro in Prefettura

Decisione di trasferire a Mileto il Centro di Salute mentaleconfermata, lasciando tuttavia a Vibo Valentia un ambulatorio aperto per le emergenze. Il tutto, in attesa di un piano di riorganizzazione complessivo dell’Asp 8. Questo quanto emerso dall’incontro tenutosi in Prefettura tra le parti coinvolte, in seguito alle polemiche innescatesi dopo la decisione del commissario Maria Bernardi di spostare presso il Poliambulatorio della cittadina normanna il Centro ad oggi allocato nella città capoluogo di Provincia. «Esprimo tutta la mia gratitudine al neo Prefetto di Vibo Valentia Roberta Lulli – afferma al riguardo il sindaco di Mileto Salvatore Fortunato Giordano, presente all’incontro – per aver saputo dirimere sul nascere una “controversia” inutile che avrebbe prodotto solo danni. Ringrazio per l’impegno profuso il management aziendale, quindi la commissaria Maria Bernardi e i dottori Talesa, Tripodi e Greco, che sta lavorando alacremente per ridare dignità ad un servizio molto importante quale quello della Salute mentale».  

Il sindaco di Mileto Natino Giordano

Profusi i ringraziamenti, il primo cittadino ci tiene tuttavia a sottolineare «che la decisione di ritrasferire a Mileto il servizio (già attivo nel Poliambulatorio dal 2005 al 2019, fino a quando, senza che vi fossero garanzie di una sede adeguata, venne trasferito a Vibo Valentia in due stanze anguste che, oltre che essere soggette a canone, non erano e non sono sufficienti a garantire un’offerta efficiente) appare allo stato una soluzione giusta ed equilibrata». Anche perché il vertice Asp, «avendo una visione completa e a 360 gradi della situazione», nell’occasione istituirà anche «un servizio navetta per le necessità verso Mileto e una sede di ambulatorio di salute mentale a Moderata Durant. Al momento quindi – aggiunge – questa decisione appare la più giusta e logica e ci conforta il fatto che, per come manifestato dai vertici aziendali, qualsiasi altra soluzione qualora necessaria, certamente non lascerà fuori il Poliambulatorio di Mileto come altre sedi istituzionali, nell’obiettivo assolutamente condiviso di economizzare le risorse offrendo agli utenti servizi efficienti».
Giordano conclude il suo intervento ringraziando il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo e l’assessore al ramo Rosamaria  Santacaterina,  «che nell’occasione hanno tenuto un comportamento molto costruttivo guardando a quelli che sono gli interessi in gioco rispetto ad una situazione di fatto altrimenti non meglio risolvibile», e sottolineando di ritenere «che in una Provincia come la nostra bisogna unire le forze in uno sforzo sinergico che guardi effettivamente ed esclusivamente ad un percorso di crescita comune. E quanto avvenuto oggi si incanala sicuramente in questa direzione».

LEGGI ANCHE: Centro salute mentale da Vibo a Mileto, Arena (Pd): «Danno per i cittadini più fragili»

Centro salute mentale da Vibo a Mileto, Arena (IdM): «Scelta incomprensibile»

Articoli correlati

top