lunedì,Febbraio 6 2023

Medicina interna e Nefrologia nel Vibonese, i medici saranno reclutati dall’Asp di Cosenza: ecco quanti

L’Azienda sanitaria provinciale utilizzerà le graduatorie degli idonei stante la «grave carenza di personale medico» delle suddette discipline. Ecco dove saranno assegnati i nuovi camici bianchi

Medicina interna e Nefrologia nel Vibonese, i medici saranno reclutati dall’Asp di Cosenza: ecco quanti
L’Asp Vibo Valentia

Tre nuovi dirigenti medici – specialisti in medicina interna e/o in nefrologia – saranno reclutati dall’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia grazie all’utilizzo delle graduatorie disponibili in ambito regionale. Relativamente alle suddette discipline si farà riferimento a quelle già approvate dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. Le graduatorie saranno utilizzate non appena le stesse saranno rese disponibili dall’Asp cosentina, che dovrà indicare, per ciascuna graduatoria, la posizione dei candidati idonei utilizzabili. I dirigenti medici eventualmente reclutati con il suddetto utilizzo saranno assegnati uno all’ospedale civile “Jazzolino” di Vibo Valentia e due al nosocomio di Serra San Bruno. È quanto si legge in una delibera firmata mercoledì scorso (30 novembre) dal commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia Giuseppe Giuliano, la stessa è stata sottoscritta anche dal direttore amministrativo aziendale Elisabetta Tripodi e dal direttore sanitario aziendale Matteo Galletta.

Il massimo responsabile di Palazzo ex Inam spiega nell’atto commissariale che «l’Azienda sanitaria vibonese è stata autorizzata nel passato mese di novembre alla copertura, a tempo pieno ed indeterminato, di sei posti di dirigente medico, specialista in medicina interna e uno dirigente medico specialista in nefrologia». Stante, tuttavia, – osserva il commissario – la «grave carenza di personale medico» delle suddette discipline determinatasi presso le strutture di Vibo Valentia e Serra San Bruno, la direzione aziendale ha ritenuto opportuno, «al fine di velocizzare le relative procedure di reclutamento, utilizzare le graduatorie disponibili in ambito regionale, relativamente ai profili in oggetto, approvate dall’Asp di Cosenza, e pertanto ha richiesto la disponibilità delle stesse». [Continua in basso]

Va detto che intanto l’Azienda sanitaria provinciale ha provveduto poco tempo fa a nominare la commissione esaminatrice del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente medico disciplina di Nefrologia: Giuseppe Rodolico (presidente); Giovanni Battaglia (componente); Vito Ignazio Barraco (componente); Davide Matalone (segretario). L’incarico è stato ufficializzato dal commissario straordinario con proprio atto deliberativo. La pubblicazione del concorso da parte dell’Asp risale al 14 giugno del 2021, mentre il 24 marzo 2022 si è proceduto all’ammissione dei candidati in possesso dei requisiti generali e specifici richiesti dal bando.

Medicina interna: specialista si dimette, un altro resta

Ricordiamo, inoltre, che l’Azienda sanitaria provinciale ha prorogato – in virtù della grave e nota carenza di personale medico-sanitario – i contratti di assunzione a tempo determinato, ai dirigenti medici di Medicina interna Andrea Iannello e Caterina Marchese. Quest’ultima, però, si è dimessa dall’incarico lo scorso 5 novembre, preferendo evidentemente andare via. La proroga del contratto, in ogni caso, per il medico che ha, invece, deciso di rimanere in servizio durerà dal 16 ottobre scorso fino al 31 dicembre 2022. E comunque – si legge nella delibera firmata dal commissario straordinario – «per il tempo necessario all’espletamento delle procedure concorsuali per il reclutamento a tempo indeterminato di dirigenti medici di Medicina interna, con eventuale risoluzione del contratto temporaneo». 

LEGGI ANCHE: Pronto soccorso del Vibonese, ci sono gli ammessi al concorso: ecco per quanti posti

Poliambulatori del Vibonese, l’Asp precisa: «Completato l’orario e migliorata l’offerta»

Riabilitazione ospedale di Serra: dei venti posti previsti l’Asp ne realizza solo sei. Non ci sono fondi

Sanità, medici specialisti si dimettono dai Poliambulatori del Vibonese e abbandonano l’incarico

Articoli correlati

top