martedì,Marzo 28 2023

Sanità, Serra al centro: «L’Asp compra nuove ambulanze ma nessuna va al nostro ospedale»

La denuncia del gruppo: «È solo l'ultimo, in ordine di tempo, degli elementi che lasciano presagire un reale rischio di chiusura del nosocomio»

Sanità, Serra al centro: «L’Asp compra nuove ambulanze ma nessuna va al nostro ospedale»

«Di tre ambulanze nuove nemmeno una per l’ospedale di Serra San Bruno. È la scelta non fa altro che confermare quello che andiamo denunciando da mesi: è un corso lo smantellamento del nosocomio serrese». È l’ennesima denuncia che arriva dal gruppo “Serra al Centro”, che punta il dito contro l’Asp di Vibo Valentia che «recentemente ha acquistato tre ambulanze nuove destinandone due allo Iazzolino ed una all’ospedale di Tropea. Nessun mezzo invece è stato destinato all’unico ospedale montano presente sul comprensorio delle Serre che quindi non risulta interessato dal programma di riqualificazione mezzi, un chiaro disimpegno rispetto al reale potenziamento del presidio sanitario propagandato (a parole) nelle pubbliche manifestazioni», si legge in una nota a firma di due esponenti del gruppo, Cosima Pisani e Gregorio De Caria. [Continua in basso] 

E ancora: «Il commissario straordinario dell’Asp, Giuseppe Giuliano, dunque, smentisce se stesso nel momento in cui promette attenzione per l’ospedale di zona montana e poi con i fatti fa l’esatto contrario. Un moderno mezzo di soccorso, dotato di tecnologie di ultima generazione non soltanto garantisce l’efficienza del servizio di emergenza urgenza ma molte volte può rappresentare lo spartiacque tra la vita e la morte laddove la tempestività e la qualità dell’intervento risultano essenziali. La mancata ambulanza per l’ospedale di Serra San Bruno è solo l’ultimo, in ordine di tempo, degli elementi che lasciano presagire un reale rischio di chiusura del nosocomio e a nulla valgono le rassicurazioni della politica sanitaria vibonese. È doveroso a questo punto – proseguono Pisani e De Caria – riscontrare come la recente pandemia che ha messo a dura prova il sistema sanitario nazionale, calabrese e vibonese in particolare, non avendo contribuito ad una nuova presa di coscienza del bisogno sanitario dell’entroterra vibonese, di fatto non ha insegnato nulla al management dell’Asp di Vibo Valentia, le cui scelte continuano a viaggiare nella direzione opposta rispetto al diritto alla salute dei cittadini montani. Con buona pace dei Livelli Essenziali di Assistenza».

LEGGI ANCHE: Vibo, importante intervento dell’Asp: in arrivo ambulanze destinate al 118

Serra, il comitato San Bruno continua la battaglia a favore della casa di comunità

top