sabato,Luglio 13 2024

Vibo, nasce lo sportello gratuito “Sos liste d’attesa” per aiutare i pazienti ad accedere in tempo utile alle prestazioni sanitarie – Video

Il punto d’ascolto accessibile nei locali dell'Asp ogni mercoledì dalle 16 alle 18 fornirà informazioni, modulistica e sostegno ai cittadini. Progetto promosso dall’Osservatorio civico Città attiva in collaborazione con diverse associazioni

Vibo, nasce lo sportello gratuito “Sos liste d’attesa” per aiutare i pazienti ad accedere in tempo utile alle prestazioni sanitarie – Video

È stato inaugurato, all’interno dei locali del distretto unico dell’Asp di Vibo Valentia, S.O.S. liste d’attesa: uno sportello gratuito in grado di aiutare i cittadini ad accedere alle prestazioni medico-sanitarie che non è stato possibile prenotare (perché, ad esempio, la lista d’attesa è “chiusa” o “bloccata”) o sono state prenotate oltre i tempi previsti dalla prescrizione medica. Un progetto partito dall’Osservatorio Civico Città Attiva di Vibo con le associazioni “Risposta”, “Insieme per il bene comune” e in collaborazione con l’Asp di Vibo Valentia.

«È il primo sportello fisico in Calabria, nonché il primo in Italia, gestito in collaborazione con l’Asp e le associazioni – ha commentato la coordinatrice dell’Osservatorio Civico, Daniela Primerano -. Uno sportello che nasce per risolvere quello che è un problema che si consuma sulla carne viva delle persone. Un vero e proprio dramma che i cittadini sono costretti ad affrontare. Chi ha i soldi non ha problemi, si rivolge alla sanità privata e nel giro di qualche giorno risolve il problema. Chi non ha i soldi, invece, è costretto a rinunciare alle cure».

Presenti durante l’inaugurazione anche il commissario dell’Asp di Vibo Valentia, il generale Antonio Battistini; il responsabile CUP dell’Asp di Vibo Valentia Nicola Nocera; il portavoce del terzo settore di Vibo Giuseppe Conocchiella; Ornella Grillo, in rappresentanza dell’associazione “Insieme per il bene comune” e il direttore sanitario ff dell’Asp di Vibo Valentia Salvatore Braghò. Proprio quest’ultimo ha espresso soddisfazione per l’iniziativa nata sul territorio vibonese: «Un’iniziativa molto importante che il commissario Battistini ha accolto con entusiasmo incontrando le richieste di un territorio che vive molte problematicità nel campo della salute. Ritengo che iniziative del genere siano proprio finalizzate ad iniziare a risolvere queste problematiche».

«Quello di oggi è un momento di sintesi di una serie di incontri e di proteste che sono emerse sul territorio attraverso i comitati e le associazioni per quanto riguarda i ritardi nel poter fruire dei servizi e dei diritti che la legge prescrive per gli ammalati – ha sottolineato Giuseppe Conocchiella, portavoce del Terzo Settore della provincia di Vibo Valentia -. È un segnale incoraggiante che parte da Vibo, purtroppo la sanità vibonese occupa l’ultimo posto a livello regionale e nazionale. È fondamentale tornare sui livelli medi nazionali e ben vengano allora iniziative di questo tipo».

Lo sportello – inaugurato questa settimana e gestito direttamente da volontari, oltre che dal personale Asp –  rimarrà aperto, a disposizione dei cittadini, ogni mercoledì dalle ore 16:00 alle ore 18:00. «L’obiettivo non è quello di avere uno sportello per tutta la vita – ha spiegato Ornella Grillo di “Insieme per il bene comune” – ma servirà ad educare le persone a riconoscere i proprio diritti e poi a fare tutto da soli, così che la modulistica che noi cercheremo di proporre e aiuteremo a compilare venga poi fatta propria da ogni persona, da ogni soggetto che, nel momento in cui si troverà in questa situazione di disagio, saprà utilizzare in autonomia tutti i mezzi che la legge gli consente».

Articoli correlati

top