Coronavirus, morto a Vibo il paziente proveniente da Serra

Era arrivato allo Jazzolino il 21 marzo dall'ospedale San Bruno. E’ il secondo decesso in provincia
Era arrivato allo Jazzolino il 21 marzo dall'ospedale San Bruno. E’ il secondo decesso in provincia
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Deceduto all’ospedale di Vibo Valentia Toni Manno, il paziente contagiato dal coronavirus e ricoverato allo Jazzolino il 21 marzo scorso, proveniente dal nosocomio di Serra. Risaliva al 17 marzo la sua visita all’ospedale “San Bruno” dopo aver lamentato alcuni sintomi sospetti ed essere stato tenuto per tre giorni in una stanza del Pronto soccorso a due passi dai reparti di Radiologia e Dialisi. Il paziente, di 67 anni, era stato poi portato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Vibo Valentia. Le sue condizioni di salute si sono aggravate nelle ultime ore, sino al decesso odierno.

Salgono a due, quindi, i casi di persone decedute nel Vibonese, entrambi nell’ospedale di Vibo Valentia. In precedenza era toccato ad un falegname di Fabrizia. Nel caso del decesso odierno si tratta di una persona titolare di un ristorante a Serra San Bruno ed anche i familiari sono risultati positivi al coronavirus e si trovano attualmente in quarantena domiciliare. Subito dopo il contagio, l’Asp di Vibo e le forze dell’ordine hanno cercato di ricostruire tutti i suoi spostamenti ed i contatti avuti pure con persone di Fabrizia e della casa per anziani di Chiaravalle.

LEGGI ANCHE: Coronavirus nel Vibonese, fra emergenze infinite e falle nel sistema

Coronavirus: quattro casi positivi a Cassari di Nardodipace

Informazione pubblicitaria