sabato,Maggio 15 2021

Allarme Covid 19 alla Garibaldi e alla Don Bosco, prorogata la chiusura delle scuole

L’ordinanza del sindaco in attesa che l’Asp comunichi i risultati sui tamponi antigenici a cui sono stati sottoposti alunni, docenti e personale Ata

Allarme Covid 19 alla Garibaldi e alla Don Bosco, prorogata la chiusura delle scuole
Alunni e genitori davanti all'Istituto Don Bosco di Vibo Valentia

Garibaldi e Don Bosco ancora off limits. Lo ha deciso il sindaco Maria Limardo che, con propria ordinanza, ha prorogato la sospensione dell’attività didattica in presenza sia nella Scuola secondaria di primo grado, sia al Primo circolo dell’Istituto comprensivo. Con un precedente provvedimento, il sindaco aveva disposto lo stop alle lezioni in presenza fino al 6 febbraio, in ragione di alcuni casi di contagio da Covid 19 ed in attesa dei risultati sui tamponi antigenici a cui sono stati sottoposti tutti gli alunni, i docenti ed il personale tecnico amministrativo delle scuole interessate.

Nell’ordinanza di proroga, il sindaco spiega di aver ricevuto, nella giornata di ieri, una comunicazione dalla dirigenza scolastica circa casi di positività al tampone antigenico «tra il personale scolastico e gli alunni», senza specificare il numero delle persone potenzialmente contagiate. Al contempo «a tutt’oggi – si legge nell’ordinanza sindacale – non sono pervenuti dati ufficiali da parte dell’Asp e che è opportuno consentire alla stessa, l’analisi di tutti i risultati al fine di effettuare una valutazione complessiva dell’evoluzione epidemiologica nei due istituti». Pertanto viene disposta dal sindaco la proroga della sospensione della didattica in presenza alla Garibaldi e alla Don Bosco dall’8 al 13 febbraio.

Il sindaco Limardo, nella serata odierna, ha diramato una nota di precisazione all’ordinanza diramata nel pomeriggio. «Ieri – spiega – è terminato lo screening disposto dall’Asp su tutti gli alunni e il personale operante nei plessi Don Bosco e Garibaldi. Purtroppo sono emersi ulteriori casi di soggetti positivi, altri casi sono stati comunicati in via autonoma dalle famiglie. Ho infatti ricevuto – aggiunge – due articolate missive da parte delle Dirigenti con le quali viene dettagliatamente precisata la preoccupante situazione esistente nei due plessi. Risultano coinvolte numerose classi con sospensione dell’attività didattica in presenza e la enorme difficoltà, se non addirittura impossibilità, di organizzare le attività scolastiche. Ho richiesto all’Asp la comunicazione ufficiale dei risultati ma non ne ho ancora ricevuto risposta».

Conclude il sindaco: «Ho pertanto deciso, ponendomi nella direzione della necessaria tutela della salute dei nostri ragazzi e del personale operante nelle scuole, di prorogare la sospensione dell’attività didattica in presenza nei plessi Garibaldi e Don Bosco in attesa che l’ASP comunichi in via ufficiale i risultati dello screening eseguito e che possa provvedere ad analizzare l’intera situazione epidemiologica dei due istituti. Ho anche richiesto all’Asp la convocazione, con tutta urgenza, di una riunione con i Responsabili del Dipartimento Prevenzione e i Dirigenti scolastici interessati al fine di analizzare la situazione ed individuare i migliori percorsi da intraprendere».

Articoli correlati

top