martedì,Aprile 16 2024

“Il Mio Futuro è Green”, iniziativa all’istituto Geometri e Industriale di Vibo

Incontro organizzato dal Kiwanis Club di Vibo Valentia e dall’associazione Valentia e sostenuto dalla dirigente scolastica Maria Gramendola

“Il Mio Futuro è Green”, iniziativa all’istituto Geometri e Industriale di Vibo
Il tavolo dei relatori

Si è svolto presso l’aula magna dell’istituto superiore tecnico per Geometri-tecnico Industriale di Vibo Valentia l’evento “Il mio futuro è green”. Un incontro organizzato in sinergia dal Kiwanis Club di Vibo Valentia e dall’associazione Valentia e sostenuto dalla dirigente scolastica Maria Gramendola che ha accolto l’iniziativa con grande entusiasmo. Una scuola che viaggia già sulla strada dell’ecosostenibilità perché una delle poche che ha aderito al progetto Ministeriale RiGenerazione a Scuola. [Continua in basso]

In occasione della giornata mondiale dei diritti del bambino e dell’adolescente ratificata dall’Onu, l’iniziativa ha voluto sottolineare l’importanza dell’impegno dei giovani per un mondo sempre più sostenibile. Dopo i saluti iniziali della padrona di casa, la dirigente Gramendola, sono giunti quelli del presidente del Kiwanis Club Mario Martina e del presidente dell’Associazione Valentia Anthony Lo Bianco. Al tavolo dei relatori il professore Basilio Valente, che ha dato inizio ai lavori con la presentazione di alcune slide inviate dal professore Silvio Greco, biologo marino e docente universitario, grazie alle quale i ragazzi hanno potuto capire l’importanza di quanto il nostro pianeta stia andando alla deriva a causa anche dei nostri comportamenti sempre meno ecosostenibili. Il professore Giuseppe Cimadoro, docente di chimica dello stesso istituto, ha proseguito poi con il suo intervento, sottolineando quanto sia sottile la linea tra il criminalizzare la plastica come materiale, che non va condannata in sé per sé, ma quanto vada educata la società ad un suo uso consapevole e ponderato. [Continua in basso]

«Dietro a tutto questo – ha evidenziato il professore Cimadoro – si cela la volontà di fungere da esempio per le nuove generazioni, sensibilizzando i più giovani sul problema dell’inquinamento delle plastiche permettendogli di crescere con una consapevolezza diversa. I bambini e gli adolescenti rappresentano il futuro dell’umanità e quindi su di essi è necessario puntare per cercare di stimolare una maggiore attenzione all’ecologia e ai comportamenti sostenibili». Si è acceso un lungo dibattito animato dai ragazzi dell’istituto interessati dall’argomento e dai diversi spunti e punti di vista venuti fuori dalle esposizioni dei relatori. Il convegno è stato moderato da Francesco Sicari.

top