mercoledì,Giugno 29 2022

Pizzo: l’Arma e la solidarietà in campo in ricordo del piccolo Lorenzo Bretti

In programma la finale del torneo di calcio a 5 per raccogliere fondi destinati alla ricerca neuro-oncologica pediatrica. Il ragazzo, scomparso prematuramente, sognava di diventare un carabiniere

Pizzo: l’Arma e la solidarietà in campo in ricordo del piccolo Lorenzo Bretti
Lorenzo Bretti

Un torneo di calcio a cinque tra i carabinieri del comando provinciale di Vibo Valentia, quello che si terrà domani al “PalArcobaleno” di Pizzo. Un trofeo in palio dedicato a Lorenzo Bretti, il bimbo di 10 anni prematuramente scomparso a causa di un tumore cerebrale, dopo un’estenuante lotta durata tre anni.

A vincere è la solidarietà, con la raccolta di fondi per la ricerca scientifica in campo neuro-oncologico pediatrico. Così l’Arma di Vibo Valentia ha deciso di condividere il forte impegno nel sociale assunto dalla famiglia del piccolo Lorenzo, sostenendo le iniziative della “Fondazione Heal al fine di finanziare il sapere scientifico in campo neuro-oncologico pediatrico ed individuare valide cure per debellare le neoplasie cerebrali infantili.

La cerimonia finale si terrà il 6 maggio alle ore 16:00 al PalArcobaleno di Pizzo, che ha già ospitato la trionfale stagione sportiva della “Lory Volley”, squadra di pallavolo femminile, dedicata a Lorenzo e gestita dai suoi congiunti. Il piccolo “guerriero”, appassionato di calcio, aveva un sogno: diventare “da grande” un carabiniere. La sua storia e il suo coraggio hanno emotivamente coinvolto l’intera comunità vibonese e conquistato anche i cuori della Benemerita. Per ricordarlo, dallo scorso mese di ottobre, otto compagini del comando provinciale si sono date appuntamento sui campi del 14° Battaglione Carabinieri Calabria: saranno i Black Panthers (VV), Lions Hearts (VV), Foxes Vibo Valentia, Gnu Team, Taurus Vibo-Ninv, Sharks Tropea, Tigers Serra, Boars Serra. Saranno i “Black Panthers” della Compagnia di Vibo Valentia e i “Boars” di quella di Serra San Bruno a contendersi il trofeo finale, che sarà poi donato dalla squadra vincitrice al fratellino di Lorenzo. [Continua in basso]

Il procuratore Falvo in un’azione di gioco

Coerentemente con il suo spirito aggregativo, l’iniziativa ha registrato la significativa partecipazione da parte di alcuni magistrati del circondario di Vibo Valentia. Domani si terrà dunque l’atto finale dell’entusiasmante iniziativa di sport e solidarietà, con una cerimonia che suggella il forte legame tra i carabinieri e il territorio, con la presenza dei vertici della Prefettura, delle forze di polizia, della Protezione civile, dell’associazione “Libera per la lotta contro le mafie”, del vescovo Attilio Nostro, del generale Pietro Salsano, comandante della Legione Carabinieri “Calabria”, del presidente Regionale della Lega Volley e di quello della Fondazione “Heal”, al quale sarà consegnato un simbolico assegno, con la cifra della somma raccolta. Previsto anche un interludio musicale dell’orchestra del liceo “Capialbi” di Vibo Valentia e l’esibizione dei piccoli calciatori della “Junior Pizzo Calcio”, guidati dagli allenatori Domenico Savastano e Italo Aracri, amatissimi dal piccolo Lorenzo

top