mercoledì,Novembre 30 2022

A Sorianello una targa per ricordare don Nicola Grillo

Il parroco è deceduto in Puglia nel 2018. La sua generosità e l’affetto nei confronti della comunità non sono stati mai dimenticati

A Sorianello una targa per ricordare don Nicola Grillo
Bassorilievo con don Nicola Grillo

A Sorianello, il 6 ottobre, alle ore 17.00, in occasione della memoria di San Bruno e a completamento della stele dove è stato collocato il bassorilievo in bronzo raffigurante don Nicola Grillo, verrà inaugurata una targa dedicata al compianto parroco. Don Nicola, tuttora ricordato con grande affetto dalla comunità, morì a Giovanni Rotondo il 22 gennaio 2018. [Continua in basso]

In base ai racconti dei parrocchiani, il prete era molto legato al centro vibonese. Dedicò tempo ed energie alla realizzazione del Parco dei mulini. Grazie alle donazioni e al suo personale contributo economico, riuscì ad acquistare dei terreni e trasformare un’area impervia e inaccessibile, con ruderi cadenti, in un accogliente parco. Riuscì a recuperare e valorizzare le strutture degli antichi insediamenti produttivi e artigianali della Vallata. Ad impreziosire il sito, la statua di San Bruno, scolpita su un blocco di granito e posta all’ombra del millenario Ulivo del riposo. Qui, secondo la tradizione, il santo proveniente da Mileto (dove risiedeva il conte Ruggero d’Altavilla) soleva riposare prima di intraprendere nuovamente il cammino verso Serra. Un terreno boscoso, infatti, era stato donato dal conte Ruggero d’Altavilla al monaco.

La statua, così come il pregevole bassorilievo in bronzo, sono opera del sacerdote artista don Mario Fuscà che in questi anni ha continuato ad operare nel solco tracciato da don Nicola. Nella giornata, celebrerà l’ultima messa nelle vesti di parroco di Sorianello poiché presto sarà trasferito in altra sede nell’ambito della riorganizzazione degli incarichi della Diocesi.

top