sabato,Luglio 20 2024

Lotta al randagismo e adozioni: nasce l’associazione “Balzoo Serra San Bruno”

La sezione locale guidata da Nunzia Pisani opera a favore degli animali vittime di abbandoni. Punta a facilitare le adozioni e promuovere campagne di sensibilizzazione

Lotta al randagismo e adozioni: nasce l’associazione “Balzoo Serra San Bruno”
Balzoo Serra, foto dalla pagina fb

Una mano tesa nei confronti di chi è rimasto ferito dall’uomo. Un modo per sensibilizzare sui temi del randagismo e dell’abbandono di animali di affezione. Una nuova realtà, grazie alla caparbietà di Nunzia Pisani e 13 volontari, è nata nelle Serre vibonesi. Nella città della Certosa è realtà la sezione locale di Balzoo, banco italiano zoologico onlus: «Eravamo volontari sparsi sul territorio. Ciascuno di noi, nei limiti delle proprie possibilità, cercava di fare qualcosa per tutelare gli animali vittime di abbandono. Poi, una mattina, ho pensato di creare un gruppo WhatsApp. È nato tutto da lì. Dall’esigenza di coordinarci, di dare unità alle nostre iniziative isolate». Grazie ad una volontaria, «siamo riusciti a metterci in contatto con l’associazione Balzoo, che ci ha dato sostegno nel muovere i primi passi. L’obiettivo era quello di darci una struttura, soprattutto per interloquire con le istituzioni, muoverci al meglio nel comprensorio di competenza, facilitare le adozioni e le raccolte aiuti». [Continua in basso]

Una seconda vita per i cani abbandonati

Operare in un contesto territoriale a volte scarsamente interessato a tematiche riguardanti il randagismo, non è facile. A ciò si aggiunge l’assenza di qualsiasi contributo da parte delle Istituzioni. Ma i volontari non si sentono scoraggiati: «Abbiamo già contribuito a concretizzare alcune adozioni. Abbiamo messo al sicuro anche una cagnetta che qualche giorno fa ha dato alla luce cuccioli». La cagnetta, dopo il trauma dell’abbandono, è riuscita a dare agli esseri umani una seconda possibilità. Il lieto fine, quello vero, per lei deve ancora arrivare perché la piccola attende una famiglia che si prenda cura di lei. E ancora, Luna, meticcia trovata vagante per le vie del paese. Grazie all’impegno dei volontari ha trovato casa al Nord. Piccoli segnali di speranza, ma resta ancora molto da fare. L’associazione è appena nata e prova di una sede ufficiale, pertanto non ha la possibilità di garantire un’ampia rete di stalli. In attesa di adozione, sono i volontari a farsi carico di tutto.

L’iter adozioni

L’iter delle adozioni ha un suo particolare schema e i social ricoprono un ruolo di prim’ordine: «Come primo passaggio -spiega la presidente Pisani – si crea un post che viene veicolato sui social. Ai candidati adottanti viene sottoposto un piccolo test conoscitivo perlopiù per comprendere attitudini, stili di vita. Successivamente un volontario del posto incontra i candidati e, se il parere è positivo, si avviano le pratiche di adozione. Il cane viene microchippato, sverminato e vaccinato. Il costo del trasporto e le spese vive sono generalmente a carico dell’adottante».

Balzoo Serra, i progetti futuri

Sul futuro, le idee non mancano ma i progetti non sono stati ancora messi sulla carta: «Siamo all’inizio di questo percorso ma – evidenzia Pisani – abbiamo alcuni ambiti in cui ci vorremmo intervenire quanto prima. Per esempio puntiamo a realizzare in sinergia con le istituzioni l’applicazione del microchip in maniera gratuita o perlomeno ad un prezzo sociale. Oppure, con la collaborazione dell’Asp, promuovere campagne di sterilizzazione per eliminare il rischio di gravidanze indesiderate che alimentano il fenomeno dell’abbandono e del randagismo». E non solo: «La nostra azione sul territorio vuole essere anche di sensibilizzazione. Ciascuno di noi, nel proprio piccolo, può fare la propria parte». Infine, un ultimo aspetto concerne gli aiuti: «Tra gli obiettivi, anche quello di rendere chiari i bilanci di entrata e uscita per fornire, anche a chi vorrà sostenerci, un quadro trasparente dell’azione del sodalizio sul territorio», conclude la presidente Pisani.

LEGGI ANCHE: Vibo, due poliziotte adottano un cucciolo investito e abbandonato

Randagismo a Vazzano, l’opposizione: «La comunità è esasperata, subito interventi»

Articoli correlati

top