lunedì,Maggio 20 2024

Fondazione Natuzza, tutto pronto per il raduno delle confraternite d’Italia

Gli iscritti alle congreghe si ritroveranno domani nella grande chiesa della Villa della Gioia di Paravati, sotto lo sguardo della Serva di Dio

Fondazione Natuzza, tutto pronto per il raduno delle confraternite d’Italia
La Serva di Dio Natuzza Evolo

La fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” di Paravati diventa per un giorno punto di riferimento per le congreghe cattoliche sparse sul territorio nazionale. Domani 12 marzo, infatti, nella Villa della Gioia è prevista una Giornata di spiritualità a cui parteciperanno centinaia di iscritti alle varie confraternite attive nelle parrocchie del “Belpaese”. Il raduno – organizzato dalla diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea in sinergia con la Conferenza episcopale calabra e la Confederazione delle confraternite delle diocesi d’Italia – si svolgerà all’interno della “grande chiesa” realizzata con le offerte dei fedeli per volontà della Serva di Dio Natuzza Evolo, la mistica con le stigmate morta nel giorno di Ognissanti del 2009. Il programma dell’evento, dal titolo “Le confraternite ricchezza popolare che costruisce il futuro”, prevede alle ore 9 l’accoglienza dei partecipanti e, a seguire, la recita di una preghiera e l’inizio di un momento formativo. Subito dopo ci saranno i saluti del presidente della Confederazione delle confraternite delle diocesi d’Italia, Rino Bisignano, del coordinatore regionale, Mimmo Politanò, del delegato diocesano, don Gregorio Grande, e del delegato della Cec, don Vincenzo Bruno Schiavello. [Continua in basso]

Il raduno delle confraternite proseguirà alle 10.15 con la relazione sul tema del vescovo Attilio Nostro e, alle 11 circa, con la celebrazione eucaristica presieduta dallo stesso presule della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea nel tempio dedicato al “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”, da lui consacrato e aperto al culto il 6 agosto dello scorso anno. Nel corso della giornata di spiritualità i partecipanti potranno anche far visita e sostare in preghiera davanti alla tomba di Mamma Natuzza, situata in un’apposita cappella della vicina casa per anziani “Monsignor Pasquale Colloca”, luogo dove l’umile donna di Paravati ha trascorso gli ultimi anni della sua vita.

LEGGI ANCHE: Quaresima, il vescovo: «Periodo di grazia in tempi di guerra e tormenti»

Natuzza Evolo, a Rossano monsignor Renzo ne testimonia la sua santità

Articoli correlati

top