lunedì,Giugno 17 2024

Soriano, Biblioteca Calabrese: il presidente convoca l’assemblea e l’ex sindaco denuncia

Vincenzo Bartone contro Francesco Bartone. Informate la Prefettura e la Procura di Vibo su plurime denunciate anomalie da parte dall'attuale direttore e presidente dell'Istituto

Soriano, Biblioteca Calabrese: il presidente convoca l’assemblea e l’ex sindaco denuncia
La Biblioteca di Soriano e nei riquadri da sinistra verso destra: Francesco Bartone e Vincenzo Bartone
La Biblioteca calabrese di Soriano
La Biblioteca Calabrese di Soriano Calabro

Il presidente e direttore della Biblioteca Calabrese di Soriano Calabro, Francesco Bartone, a seguito di deliberazione del Consiglio di amministrazione dell’Istituto, ha convocato l’assemblea ordinaria dei soci per il 26 aprile alle ore 10 in prima convocazione e per il medesimo giorno alle ore 11 in seconda convocazione. “L’assemblea – spiega Francesco Bartone nella missiva indirizzata a Vincenzo Bartone, socio della Biblioteca Calabrese – è chiamata a deliberare sul seguente ordine del giorno: presa d’atto dell’adeguamento dello Statuto per l’iscrizione al Runts (Registro unico enti terzo settore) e per l’approvazione del bilancio consuntivo annualità 2022 e, preventivo, per l’annualità del 2023”. Fin qui la convocazione del presidente e direttore Francesco Bartone, ritenuta illegittima dall’ex sindaco di Soriano Calabro e socio della Biblioteca Calabrese, Vincenzo Bartone, poiché proviene da un “soggetto illegittimamente eletto”. [Continua in basso]

Vincenzo Bartone
Vincenzo Bartone

Ma c’è di più. Vincenzo Bartone, anche a seguito di diverse denunce che negli anni ha indirizzato alla Prefettura e alla Procura di Vibo Valentia per “anomalie” che riguarderebbero situazioni inerenti la Biblioteca Calabrese, risponde a Francesco Bartone e informa le Istituzioni della vicenda. Nello specifico, Vincenzo Bartone ricorda che : “Nel 2013 sono state abolite le comunità montane in Calabria e nel 2019/2020, la Provincia di Vibo Valentia disdice la sua partecipazione all’Istituto della Biblioteca Calabrese. Pertanto, secondo il mio modesto pensiero – afferma l’ex sindaco e medico del borgo – tutte le deliberazioni fatte da Francesco Bartone dal 2013 ad oggi, sono nulle e, dunque, illegittime, compresa la sua elezione a presidente e direttore, poiché non è stato mai aggiornato o rivisto lo Statuto. Gli Enti che vi partecipavano ed i loro rappresentanti sono cambiati dal 2013, quindi anche gli accordi finanziari sono venuti meno e anche i rappresentanti degli Enti dovevano essere rivisti e/o riaggiornati. Ragion per cui – dichiara Vincenzo Bartone – oltre a ritenere illegittima la sua convocazione, in quanto fatta da un soggetto illegittimamente eletto, esprimo il mio voto contrario in ogni caso, sia al punto riguardante il nuovo Statuto, sia all’approvazione del bilancio”.

Francesco Bartone

E ancora, rivolgendosi ai soci e agli Enti che eventualmente aderiranno all’Istituto della Biblioteca Calabrese, Vincenzo Bartone li invita a voler verificare come sono stati spesi i contributi regionali “sino ad oggi erogati dalla Regione Calabria”; se la Biblioteca Calabrese ha tutti i requisiti previsti dalla legge per la sicurezza dei volumi, delle persone e dell’edificio e se è in regola con quanto disposto dal regolamento di prevenzione incendi per gli edifici destinati a Biblioteche e archivi, emanato con il Dpr del 30 giugno 1995 n.418. Concludendo, Vincenzo Bartone invoca la Prefettura e la Procura di Vibo Valentia, a voler “prendere i dovuti e opportuni provvedimenti”.

LEGGI ANCHE: L’ inchiesta | Imputato in processi antimafia sposo al MuMar di Soriano. E le autorizzazioni?

Matrimonio al MuMar senza permessi, la replica dell’ex sindaco di Soriano e la nostra risposta

Peculato e abuso d’ufficio, indagato l’ex sindaco di Soriano Calabro

top