martedì,Giugno 25 2024

Vibo, dopo una settimana di ritardo rispetto alle altre scuole apre l’asilo nido comunale

La questione relativa alla mancata apertura e al tardivo avviso emanato dal Comune, era stata denunciata da Francesco Colelli, segretario cittadino del Pd. Della vicenda si è occupata anche parte della minoranza consiliare

Vibo, dopo una settimana di ritardo rispetto alle altre scuole apre l’asilo nido comunale
Francesco Colelli

Lo scorso 13 settembre, un giorno prima delle aperture delle scuole, l’amministrazione comunale di Vibo Valentia comunicava – a poche ore dall’avvio del nuovo anno scolastico – che “a seguito del termine ancora attivo per la proposizione dei ricorsi alla graduatoria provvisoria, non è possibile procedere all’apertura dell’ asilo nido così come prevista dal bando. Si precisa inoltre che con ulteriore avviso verrà comunicata la data di apertura dell’asilo nido”. La questione della mancata apertura dell’asilo nido comunale e la tardiva comunicazione ai genitori degli iscritti, ha creato non pochi malumori e diverse polemiche nella cittadina. “È sconvolgente che, – avevano dichiarato i consiglieri comunali di minoranza di Vibo Valentia Laura Pugliese, Giusy Colloca, Elisa Fatelli, Lorenza Scrugli e Loredana Pilegi – alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico, le famiglie non abbiano ancora ricevuto alcuna comunicazione circa la data di apertura della struttura e ancor più grave non si è ancora provveduto all’assegnazione del servizio ad alcuna cooperativa, segno tangibile che si continua dopo quattro anni a lavorare con approssimazione, senza prestare ancora una volta la giusta attenzione ai bambini della fascia 0-3 anni”. Della vicenda si era occupato il segretario cittadino del Pd, Francesco Colelli, denunciando per primo, attraverso i social netwoork, quanto stava per accadere alla vigilia, appunto, delle aperture delle scuole, ossia, che nulla si sapeva dall’ente locale in merito all’avvio dell’asilo nido comunale e che lo stesso non poteva aprire poiché “il Comune non ha espletato la gara e non ha assegnato la gestione della struttura”. A seguito di ciò, Colelli, invocava le dimissioni dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maria Limardo.

Con un avviso sull’Albo pretorio del Comune, il dirigente Domenico Libero Scuglia, lo scorso 15 settembre ha fatto sapere che “si comunica alle famiglie dei minori ammessi alla fruizione del servizio di asilo nido comunale, che a decorrere dal 20 settembre sarà attivato il servizio educativo”. Insomma, con un ritardo di una settimana rispetto alle aperture di tutte le altre scuole, la situazione è rientrata e mercoledì 20 settembre i piccoli iscritti al nido potranno fare il loro ingresso nella struttura educativa.

LEGGI ANCHE: Inizio anno scolastico a Vibo, la minoranza: «Nessun chiarimento sul servizio mensa»

Vibo, al via le iscrizioni per l’asilo nido comunale: pochi posti e priorità ad alcuni bambini

Amministrazione Limardo, Soriano (Pd): «Una Regina indifesa tenuta a galla da un pedone»

top