domenica,Luglio 21 2024

Mileto, tempo di bilanci e di nuovi progetti per l’Avis comunale

L’associazione nel 2023 ha raccolto 545 sacche di sangue. Il presidente Angillieri: «È attraverso questi gesti di generosità che vengono salvate delle vite»

Mileto, tempo di bilanci e di nuovi progetti per l’Avis comunale

È tempo di bilanci per l’Avis comunale di Mileto. Nel 2023 la realtà associativa presieduta da Aldo Angillieri ha raccolto ben 545 sacche di sangue. Un risultato più che positivo, che porta la guida dell’ente a ringraziare pubblicamente il direttivo e tutti i donatori per aver contribuito con il loro impegno e la loro presenza «al raggiungimento di un traguardo così importante. Donare il sangue – spiega Angillieri – è un gesto di grande generosità che riguarda tutti, indistintamente, perché a ciascuno di noi può capitare di averne bisogno per sé o per un familiare. È attraverso questi atti di altruismo che giornalmente vengono salvate delle vite o migliorata la qualità della vita di molte persone. Cogliamo l’occasione per ringraziare il personale sanitario, i medici, gli infermieri e tutte le realtà del terzo settore presenti sul territorio, che hanno collaborato in sinergia con l’obiettivo comune di aiutare chi è meno fortunato di noi». Al presidente dell’Avis comunale fa il paio il membro del direttivo Domenica Loiacono. «Siamo un gruppo coeso – sottolinea – che cerca di sensibilizzare molto il territorio sul valore del dono. Noi volontari siamo parte attiva di una realtà che fa della solidarietà il principio cardine, impegnati costantemente in attività di informazione sul tema della donazione del sangue. Siamo riusciti a coinvolgere i comuni limitrofi con giornate di raccolta straordinaria di sangue. I risultati sono arrivati e molti sono i nuovi donatori, soprattutto giovani, che si sono avvicinati a questo mondo. Un grazie ai Comuni di Mileto, San Gregorio d’Ippona, Jonadi, San Costantino Calabro e Francica e alla Cooperativa sociale “Calabria Futura”, sempre in prima linea sul tema della donazione del sangue. L’augurio è di riuscire in questo nuovo anno a superare le 545 sacche raccolte nel 2023».

Molti i momenti salienti che hanno contraddistinto lo scorso anno, per l’Avis miletese. Tra questi, la Festa del donatore svoltasi a giugno all’interno della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” di Paravati, le giornate dedicate con l’Admo al prelievo di sangue per la tipizzazione del midollo osseo, gli appuntamenti promossi da “Calabria Futura”, presieduta da Giuseppe Disi, in cui i dipendenti della Cooperativa sociale e alcuni degli ospiti dei progetti da essa gestiti hanno effettuato una donazione di sangue, dopo aver svolto dei seminari informativi sul tema. Per quanto riguarda l’anno in corso, già programmata la giornata per lo screening di prevenzione oncologica, tramite l’effettuazione di Pap test ed esami del sangue occulto presso l’ambulatorio situato nei locali di Moderata Durant a Vibo Valentia, coadiuvati dal dirigente del servizio Antonino Morabito LoPrete, dall’ostetrica Anna Spezzano e dalla ginecologa Eleonora Pantano. In progetto anche una giornata di raccolta straordinaria di sangue, presso la stessa fondazione voluta dalla Serva di Dio Natuzza Evolo per la realizzazione della Villa della Gioia, dove verranno effettuate le ecografie alla tiroide per i donatori dell’Avis.

LEGGI ANCHE: Ad Arena ritorna la “Festa del donatore Avis” – Foto

Avis Vibo, via libera al bilancio preventivo e all’acquisto della nuova sede

top