Sport e disabilità, il Comitato paralimpico regionale riunito a Stefanaconi

In agenda importanti ordini del giorno ma soprattutto l’incontro con la comunità e col baby assessore allo Sport Giuseppe Calafati
In agenda importanti ordini del giorno ma soprattutto l’incontro con la comunità e col baby assessore allo Sport Giuseppe Calafati
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ogni promessa è debito, ed il Comitato italiano paralimpico della Calabria, il suo debito, lo ha saldato. Nella giornata di ieri, infatti, si è riunita a Stefanaconi la giunta regionale del Cip per deliberare su importanti argomenti all’ordine del giorno ma soprattutto per saldare un legame col paese e col mondo dello sport per i disabili, ed illustrare una serie di buone pratiche che devono diventare una stella polare dell’agire quotidiano nei confronti di chi si trova ad affrontare la vita partendo da una disabilità. A concludere la giornata, densa di significato, pane, olio e miele di Stefanaconi. Gli amministratori locali, dal sindaco Salvatore Solano al resto di giunta e consiglio, la cittadinanza, il dirigente scolastico Raffaele Vitale ed anche il consiglio comunale baby hanno potuto toccare con mano la determinazione, la sensibilità, la professionalità dei rappresentanti del Cip. Una promessa strappata dall’assessore Emanuele Franzè in occasione della Giornata dello sport, che si è tramutata in realtà a distanza di poche settimane.

Informazione pubblicitaria

Ad affiancare la giunta regionale, in particolare, il sindaco baby Christian Vaianella e l’assessore allo Sport Giuseppe Calafati. Un incontro non casuale tra il piccolo assessore e il presidente del Cip Antonio Scagliola, un incontro a cuore aperto dove ancora una volta sono emerse prospettive, progetti, impegni concreti per permettere a ragazzi come Giuseppe le stesse possibilità di tutti gli altri suoi compagni. Lo sport rappresenta l’anello di congiunzione di tutti i ragazzi e deve essere uno degli strumenti per azzerare e annullare ogni possibile discriminazione. «In Calabria si realizzano sogni, il Cip – ha detto Scagliola – deve entrare con tutta la sua determinazione nelle scuole, progetti, attività devono coinvolgere tutti i ragazzi nessuno escluso, lo sport come strumento di inclusione e integrazione sociale».

Ai lavori hanno partecipato Giovanni Giarmoleo, Lucia Paolina Farina, Stefano Muraca, Domenico Lucio Pugliatti, Tina Spizzirri delegata regionale scuola, Demetrio Giordano addetto alla segreteria e Elisabetta Carioti delegata provinciale Coni.