Ascensore al Classico, il ministro Azzolina e il vice Ascani: «Finalmente una scuola inclusiva»

Il titolare del ministero dell’Istruzione e la sua vice esprimono soddisfazione per la risoluzione della vicenda e gratitudine agli studenti che per primi l’hanno sollevata
Il titolare del ministero dell’Istruzione e la sua vice esprimono soddisfazione per la risoluzione della vicenda e gratitudine agli studenti che per primi l’hanno sollevata
Informazione pubblicitaria
Il Liceo Morelli di Vibo
Informazione pubblicitaria

«Crediamo nell’inclusione e ci crediamo davvero. Non solo a parole. Per questo ho deciso di intervenire sul caso di Vibo Valentia. L’edilizia scolastica e l’abbattimento delle barriere architettoniche sono per noi una priorità, perché riguardano la salute, la sicurezza e il benessere delle nostre studentesse e dei nostri studenti. Come ministero vogliamo tornare ad essere un punto di riferimento per le scuole, i ragazzi, le famiglie».

Il sogno di Samuela e la battaglia vinta dagli studenti

È con queste parole che il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha commentato, in un post pubblicato su Facebook, la scelta intrapresa dallo stesso dicastero di installare un ascensore utile all’abbattimento delle barriere architettoniche nell’edificio che ospita il Liceo classico “Morelli” di Vibo Valentia. Un caso assurto agli onori della cronaca dopo che due studenti hanno reso nota la risposta della Provincia di Vibo Valentia rispetto alla richiesta di un montascale che agevolasse i movimenti di una loro compagna disabile. «Non abbiamo i soldi sufficienti, cercate di fare sacrifici anche voi» in buona sostanza la risposta dei competenti uffici dell’Ente. Scivolone al quale aveva rimediato in prima persona il presidente Salvatore Solano che aveva promesso, a stretto giro di posta, l’installazione del montascale richiesto. Situazione superata quindi dal ministero con la decisione di realizzare un ascensore.   

Scelta ora rivendicata anche dal viceministro all’Istruzione Anna Ascani. «Sono stata al Liceo “Michele Morelli” di Vibo Valentia qualche settimana fa e sono rimasta molto colpita dalla richiesta degli studenti di avere un ascensore per permettere a una compagna con disabilità di vivere ogni spazio scolastico senza limiti e ostacoli – ha riferito l’esponente di Governo -. Ci siamo impegnati al ministero, in raccordo con le altre istituzioni, per risolvere la questione: finalmente il Liceo avrà il suo ascensore». E, ancora: «Grazie all’attenzione dei ragazzi e del dirigente scolastico, grazie allo spazio che il portale ScuolaZoo ha dedicato alla vicenda nelle scorse settimane, grazie al lavoro con la ministra Azzolina e con gli uffici del ministero, stiamo dando a questi giovani una scuola realmente inclusiva. In linea con i dettami della nostra Costituzione».  

Un ascensore al Liceo classico di Vibo, soddisfatti i cinquestelle

Informazione pubblicitaria