Il “pane della solidarietà”, a Stefanaconi un gesto di generosità per i bisognosi – Video

Il forno pubblico ha iniziato a sfornare il pane caldo che verrà distribuito casa per casa dai volontari alle persone più colpite dall’emergenza sul piano economico
Il forno pubblico ha iniziato a sfornare il pane caldo che verrà distribuito casa per casa dai volontari alle persone più colpite dall’emergenza sul piano economico
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il “pane della solidarietà”. È quello che arriverà nelle case dei cittadini bisognosi di Stefanaconi e di altri centri della provincia, maggiormente provati dalle conseguenze economiche derivanti dall’emergenza coronavirus. L’iniziativa, com’è stato ampiamente anticipato nei giorni scorsi, prende le mosse dal protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune di Stefanaconi con la Croce rossa italiana e la Prefettura di Vibo Valentia.

L’obiettivo è quello di sfornare almeno 200 chili di pane al giorno da affidare poi, per la consegna, alla stessa Croce e al locale comitato di solidarietà per l’emergenza. Fulcro dell’iniziativa è il forno pubblico situato all’interno dei Villa Elena che ha già cominciato a produrre a pieno regime.

Coronavirus, da Stefanaconi 200 chili di pane al giorno per i bisognosi

«Il nostro forno pubblico comunale ha prodotto la prima fornata di pane – ha annunciato il sindaco Salvatore Solano -. Grazie ai volontari che amorevolmente hanno impastato, modellato, infornato e sfornato buonissimi e dorati filoni di pane. Questa sera (ieri, ndr) è iniziata la distribuzione agli anziani ad opera dei volontari del “Comitato di solidarietà per l’emergenza” e degli amministratori comunali. Un gesto di solidarietà e di fratellanza che nel momento del bisogno è dono di amore per gli altri con il quale vogliamo dare un senso ed un valore a questa Santa Pasqua».

Informazione pubblicitaria