Coronavirus, da Soriano 1600 uova di Pasqua in regalo per Bergamo

Saranno destinate a strutture d’accoglienza, al carcere, al Banco alimentare, ecc. Ad offrirle la Dolciaria Alessandria
Saranno destinate a strutture d’accoglienza, al carcere, al Banco alimentare, ecc. Ad offrirle la Dolciaria Alessandria
Informazione pubblicitaria
Le uova della Dolciaria Alessandria recapitate a Bergamo

Sono un regalo di una pasticceria di Soriano Calabro le 1600 uova di Pasqua che il Comune di Bergamo donerà alle famiglie più bisognose della città. Nelle prossime ore i volontari del Comune le distribuiranno tra le famiglie affidatarie dell’Ambito di Bergamo, le strutture di accoglienza per mamme, bambini e adolescenti, i progetti di housing sociale, al carcere, al Banco Alimentare (che già consegna la spesa alle famiglie in difficoltà della città) e ad altri ancora.

Le oltre 1600 uova sono state donate dalla Dolciaria Alessandria, che nei giorni scorsi ha inviato una lettera al sindaco di Bergamo Giorgio Gori. «Assieme ai miei fratelli – si legge nella lettera inviata da Francesco Alessandria – vorremmo in qualche modo far giungere loro il nostro sostegno e il nostro pensiero alleviando, seppur per pochi momenti, la tensione, l’angoscia e la tristezza che stanno vivendo anche le loro famiglie, i loro bambini, ai quali, e soprattutto, rivolgiamo questa iniziativa. Un grande grazie ai fratelli Alessandria – commenta il sindaco Giorgio Gori, riporta l’Ansa – per questo gesto di grande sensibilità nei confronti del nostro territorio. I gesti di solidarietà nei confronti della nostra comunità si moltiplicano in queste ultime settimane, ma ognuno di questi rappresenta un’iniezione di energia e di fiducia nell’affrontare questo momento così complicato per la nostra città e il nostro Paese».

Il “pane della solidarietà”, a Stefanaconi un gesto di generosità per i bisognosi